Al circo con animali non daremo un euro

Nei circhi italiani ci sono ancora circa 2.000 animali prigionieri: la maggior parte di loro sono nati in cattività, mentre altri sono stati affittati o ceduti da un circo all’altro o catturati mentre vivevano liberi in natura.

Per gli animali, sia che siano nati in  natura che in cattività, il circo è una sofferenza, perché è la paura che li fa esibire. Per gli animali il Circo è privazione di comportamenti fondamentali di ogni singola specie. 

A differenza degli artisti, gli animali non scelgono di esibirsi, non scelgono di vivere in gabbia. Non scelgono di essere trasportati  per centinaia di chilometri . Gli animali sono ridotti a burattini nelle mani dei domatori e costretti ad una vita contro la loro natura.

Tu sai che lo Stato Italiano premia i circhi con gli animali, li finanzia con i nostri soldi? Il Ministero per i Beni e le Attività Culturali ogni anno elargisce agli spettacoli circensi cifre milionarie dal Fondo Unico dello SpettacoloSolo nel 2013 lo stanziamento riservato ai circhi  con animali è stato di oltre 3 milioni di euro.

Vuoi davvero che ciò continui? Noi NO! Noi vogliamo un circo solo umano.

Aiutaci anche tu!

Firma la nostra petizione, chiediamo insieme al Governo di bloccare il finanziamento pubblico ai circhi con animali vietare i circhi con animali e riconvertire il settore ‘circhi con animali’ ad attività senza animali.