Moda Animal Free

Contrasta l’utilizzo di prodotti di origine animale nel settore dell’abbigliamento, denunciando lo sfruttamento nella filiera degli allevamenti, e sostiene lo sviluppo di una moda del tutto “Animal Free” instaurando partnership internazionali; inoltre LAV dialoga con le aziende del settore della moda per inserire “la questione animale” tra gli elementi prioritari di Responsabilità sociale d’impresa.

Siamo convinti che sia possibile cambiare mentalità e vestirsi bene senza prodotti marchiati “vera pelle”, “vera piuma” e “vera pelliccia”. La pensano così sempre più stilisti, sempre più aziende, sempre più persone, favorevoli al nostro grande Progetto internazionale Animal Free Fashion. La strada per azzerare la produzione di abbigliamento e accessori cn uso di prodotti animali è ancora lunga e complessa: in gioco i molti interessi di un settore fortissimo in Italia e nel mondo, ma anche la consuetudine, da parte di tanti consumatori, ad acquistare “i soliti prodotti” senza riflettere sulle possibili alternative.

Il nostro compito è mostrare che le alternative esistono e che una moda etica è anche più bella.

 

  • 3 milioni di agnelli e pecore muoiono ogni anno per la produzione di lana
  • 70 milioni nel mondo (58% solo in europa) gli animali allevati per realizzare pellicce
  • 35 x 70 x 45 cm le misure della gabbia in cui vive un visone
  • 200 mila visoni ogni anno (500 ogni giorno) sono allevati per pellicce in italia in 20 allevamenti