Sardegna: immagini shock degli animali detenuti all'Odry Zoo

Diffondiamo in esclusiva le foto scattate durante un’investigazione condotta nel 2014 presso la struttura Odry Zoo di Guspini (Ca), posta sotto sequestro ieri dal personale del Servizio CITES centrale del Corpo forestale dello Stato in collaborazione con il Nucleo Operativo CITES di Cagliari ed il personale del Corpo forestale e di vigilanza ambientale della Regione Sardegna, per la mancanza delle necessarie  autorizzazioni.

Le immagini ritraggono pantere, leopardi, leoni, tigri e scimmie, detenuti nella struttura in spazi angusti e fatiscenti. Le condizioni di detenzione sono da considerarsi gravissime e incettabili: gli animali, appartenenti a specie esotiche in via di estinzione e ritenute pericolose sono costretti in spazi che impediscono loro l’espressione minima dei bisogni etologici primari.

Chiediamo alla Procura di Cagliari e al Ministero dell’Ambiente di  disporre  il trasferimento degli animali in luoghi idonei nel più breve tempo possibile.

“E’ inaccettabile che gli animali siano lasciati in custodia alla struttura indagata, che non possiede le autorizzazioni necessarie alla loro detenzione e che non può chiaramente garantirne il benessere, neanche nel breve periodo”.

“Rivolgiamo inoltre un appello al Presidente della Regione Sardegna, Francesco Pigliaru, affinché realizzi un Centro di recupero per animali esotici regionale, di cui la Sardegna è attualmente sprovvista”.

“La Regione, infatti, risulta interessata da diffusi fenomeni di traffico, detenzione illegale e maltrattamento di animali esotici e in via di estinzione. Un Centro di recupero di referenza regionale è uno strumento indispensabile per consentire alle forze di Polizia locali di fronteggiare tali reati e poter trasferire gli animali in caso di necessità”.

Barbara Paladini

COMUNICATO INTEGRALE