SOS COMBATTIMENTI: riattivo il numero per raccogliere le segnalazioni

Per contrastare il preoccupante aumento del reato di combattimenti tra cani, da oggi 1 luglio torna attivo il numero dedicato dalla LAV “SOS Combattimenti” tel. 064461206. 

Si tratta di un servizio unico nel suo genere nel panorama nazionale, istituito per dare un aiuto concreto a tutti coloro che vogliono intervenire, nella massima discrezione, contro i soprusi delle lotte clandestine. 

SOS Combattimenti non è un numero di emergenza né di pronto intervento ma è un servizio che permette di:

  • Raccogliere segnalazioni di combattimenti tra animali.
  • Tracciare una mappa dettagliata del fenomeno.
  • Favorire l’attivazione di inchieste giudiziarie e sequestri di animali come prevede la legge.

Il numero SOS Combattimenti 06.4461206 è attivo dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 17.00 oppure potete scrivere a soscombattimenti@lav.it

“Purtroppo i combattimenti tra animali negli ultimi tempi sono aumentati in modo molto preoccupante - dice Ciro Troiano, criminologo e responsabile dell’Osservatorio Nazionale Zoomafia della LAV - A indicare l’aggravarsi del fenomeno sono l’aumento delle segnalazioni, il numero di persone denunciate, i molti ritrovamenti di cani feriti o morti a seguito delle lotte e lo spopolare nel web di pagine che esaltano i combattimenti. Sono aumentati - prosegue Troiano - anche i furti e i rapimenti di cani di razze abitualmente usate nei combattimenti”.

“Scopo del Servizio - continua Troiano -, è quello di raccogliere le segnalazioni sui combattimenti, anche in forma anonima, per mappare il fenomeno a livello nazionale e, laddove ci sono presupposti, dare d’impulso alle attività giudiziarie. Non è un numero di emergenza né di pronto intervento poiché non si tratta di un organo di polizia, pertanto non raccoglie denunce né organizza controlli. L’obiettivo è quello di svolgere una preziosa attività di raccordo tra i cittadini e le Forze dell’Ordine favorendo così l’avvio di inchieste e di sequestri degli animali coinvolti”.