1. QUEL SALVARE CHE FA MALE. L'ACCUMULO DI ANIMALI

    26/01/2018


    L'accumulo di animali: analisi, prevenzione e strategie di intervento. Relatore : Ciro Troiano criminologo, responsabile del progetto LAV "Quel salvare che fa male".
    Venerdì 26 gennaio ore 21:00 presso Sala Tolio via j. da Ponte, 37 Bassano del Grappa
    Entrata libera
    Per info:
    LAV Bassano del Grappa Via Angarano, 147
    Bassano del Grappa tel 3480407684
    lav.bassanodelgrappa@lav.it
     

  2. BASTASPARARE dillo a Decathlon

    22/12/2017

    La nostra manifestazione davanti il punto vendita Decathlon di Bassano del Grappa. Perchè la caccia non è uno sport!

  3. BASTASPARARE

    18/11/2017

    Saremo in via Jacopo da Ponte a Bassano dalle 15 alle 19 con un tavolino raccolta firme contro la caccia. Venite a firmare!!!!!

  4. Stop abbattimento volpi

    30/10/2017

    CS LAV BASSANO: ANCORA VOLPI PRESE DI MIRA DAI CACCIATORI E ABBANDONATE LUNGO LE STRADE
    LAV: L’ARROGANZA VENATORIA NON HA LIMITI, LE VOLPI SONO ANIMALI FONDAMENTALI PER MANTENERE GLI EQUILIBRI NATURALI . LA SEDE LAV BASSANO SARA’ APERTA PER RACCOGLIERE FIRME CONTRO LA CACCIA martedì 31 ottobre dalle 19 alle 22 presso la sede LAV in via Angarano 147 a Bassano” . Ricordiamo che la petizione può essere firmata anche on line sul sito www.lav.it al link http://www.lav.it/petizioni/bastasparare

    Nelle ultime settimane nel bassanese si è assistito a un proliferare di segnalazioni di volpi trovate morte lungo le strade di campagna e periferia. Volpi molto spesso uccise dai cacciatori pur non essendo animali di interesse venatorio e il fatto che i loro corpi siano abbandonati lo conferma.
    Secondo un’errata convinzione del mondo venatorio, smentita dai rilievi eseguiti sul territorio, le volpi si ciberebbero principalmente di lepri e fagiani, che i cacciatori considerano di loro esclusiva proprietà. Per questo motivo le volpi possono essere uccise a fucilate ogni anno dalla terza domenica di settembre fino al 31 gennaio. In realtà le volpi si rivolgono verso altre prede più semplici da catturare oppure verso carcasse di altri animali e discariche cittadine, fonti di cibo disponibili ovunque che richiedono molto meno dispendio energetico che la rincorsa e la predazione di una lepre o di un fagiano.
    Il ruolo ecologico delle volpi è preziosissimo, in quanto sono l’unico predatore presente sul territorio, animali che hanno una funzione fondamentale per mantenere sotto controllo il numero di altre specie meno gradite a noi umani, quali ad esempio i roditori. Ma l’arroganza venatoria e la distorta visione del mondo dei cacciatori, ancora una volta, la fa da padrone sulla vita degli animali selvatici e sulle leggi della natura.
    Anche per questo motivo, per mettere a nudo le tante “sparate” del mondo venatorio, la LAV ha da poco lanciato la campagna #BASTASPARARE con l’obiettivo di raccogliere quante più firme possibile a sostegno di una proposta di legge per l’abolizione della caccia che l’associazione animalista presenterà al prossimo Parlamento e Governo che si insedieranno dopo le elezioni politiche di primavera.
    “Vogliamo che questa sia l’ultima stagione di caccia – dichiara Silvia Lovat, responsabile della sede LAV di Bassano – per questo invitiamo i cittadini a venire a firmare la petizione per l’abolizione della caccia il prossimo martedì 31 ottobre dalle 19 alle 22 presso la sede LAV in via Angarano 147 a Bassano” . Ricordiamo che la petizione può essere firmata anche on line sul sito www.lav.it al link http://www.lav.it/petizioni/bastasparare

  5. Successo del convegno sui lupi

    16/10/2017

    CS LAV BASSANO: UN SUCCESSO LA SERATA LAV SUL LUPO. MOLTISSIMI I CITTADINI DESIDEROSI DI ACQUISIRE INFORMAZIONI SVINCOLATE DAGLI INTERESSI DI PARTE

     

    Il ritorno del lupo in Veneto: quello che gli altri non dicono. Questo il titolo della serata organizzata ieri sera dalla LAV allo scopo di diffondere le migliori informazioni oggi disponibili sul tema della convivenza con i lupi.

    Una serata che ha registrato il tutto esaurito, con persone assiepate anche al di fuori della sala Tolio pur di ascoltare i relatori. Una testimonianza dell’interesse dei cittadini su un tema troppo spesso manipolato dalla politica e dai media al fine di ricavare rispettivamente consenso e ascolti.

    E i relatori sono stati all’altezza delle aspettative del pubblico. La dott.ssa Paola Peresin, biologa e docente del master in amministrazione e gestione della fauna selvatica presso l’Università Ca' Foscari di Venezia, ha affrontato il tema della convivenza fra le attività umane sul territorio e la presenza del lupo. Un tema che richiede l’impegno di tutte le categorie coinvolte per la sua attuazione, ma che rappresenta l’unica strada percorribile per garantire il mantenimento delle attività umane sul territorio e la tutela del lupo imposta dalle norme europee.

    Purtroppo è mancato l’intervento del biologo, dott. Semenzato, che non è potuto intervenire alla serata perché impegnato nell’approntamento delle misure di prevenzione in Lessinia.

    La prevenzione dei conflitti tra le attività umane che insistono sui territori frequentati dai lupi, rappresenta il miglior scenario. Un recente studio pubblicato dall’EURAC, basato su dati raccolti nel nord Europa, dove sono consentite le uccisioni dei lupi, ha dimostrato che l’abbattimento degli animali nel 43% dei casi comporta un incremento delle predazioni, mentre le misure di prevenzione incruente nell’80% degli eventi hanno comportato la riduzione dei danni.

    E’ fondamentale fornire ai cittadini le migliori informazioni scientifiche disponibili, non manipolate da interessi di parte – commenta Massimo Vitturi, responsabile Area Animali selvatici della LAV e moderatore della serata – la nostra serata è certamente riuscita a dare un contributo fattivo in questo senso, i relatori invitati non solo non hanno alcun legame con la nostra associazione, ma da anni collaborano con il mondo venatorio e degli allevatori, a dimostrazione che quando la questione del lupo è trattata su basi scientifiche, non può essere strumentalizzata.

     

  6. Incontro-dibattito sui lupi in Veneto

    13/10/2017


    Venerdì 13 ottobre ore 20:30 presso saletta Tolio via J.da Ponte, 37 Bassano del Grappa
    L'esperienza e la competenza di chi ogni giorno contribuisce a ridurre i conflitti tra uomini e lupi.
    Interverranno Paola Peresin, biologa e Renato Semenzato, biologo - progetto Life WolfAlps.
     

  7. Comunicato stampa fiera Franca del bestiame

    04/10/2017

    Il nostro comunicato stampa per chiedere maggiori controlli durante la fiera Franca del bestiame .