COMUNICATI STAMPA E DOCUMENTI

COMUNICATI STAMPA E DOCUMENTI

ABRUZZO, RINVIATA LA LEGGE "AMMAZZA-CANI"

 

Lav, lega nazionale difesa cane e enpa: ORA SIANO accolte LE NOSTRE MODIFICHE!

Il Consiglio Regionale d'Abruzzo ha deciso di rinviare alla V commissione la legge sul randagismo duramente contestata dalla LAV, insieme ad Enpa e Lega Nazionale Difesa del Cane, per la sua contrarietà alla normativa nazionale.

Durante la seduta odierna, infatti, l'Aula, accogliendo le istanze della associazioni, ha deciso di posticipare alla prossima seduta la discussione del contestato provvedimento.

Nel frattempo saranno esaminati gli emendamenti che abbiamo presentato, fra cui quelli per mettere la legge al riparo dai profili di incostituzionalità e di grave contrasto con la normativa vigente ?commentano le Associazioni, che aggiungono - Ci auguriamo che si arrivi alla prossima seduta con un testo condiviso, capace di tutelare davvero gli animali, garantire loro corrette modalità di detenzione e prevenire abbandono e randagismo.

29.10.2013

Ufficio stampa LAV 06.4461325 ?www.lav.it

______________________________________________________________________________

Subject: Comunicaro stampa. Abruzzo: domani si vota la proposta di legge sul randagismo. LAV, Enpa e Lega Nazionale per la Difesa del Cane rinnovano l'appello ai consiglieri di far propri gli emendamenti proposti dalle Associazioni. In caso contrario il testo l

Abruzzo: domani si vota la proposta di legge sul randagismo. LAV, Enpa e Lega Nazionale per la Difesa del Cane rinnovano l’appello ai consiglieri di far propri gli emendamenti proposti dalle Associazioni. In caso contrario il testo licenziato dal consiglio regionale farà guadagnare all’Abruzzo “la maglia nera” per la tutela degli animali

E’ all’ordine del giorno del Consiglio regionale dell’Abruzzo di domani il Progetto di legge n. 424/2012 “Norme sul controllo del randagismo, anagrafe canina e protezione degli animali da affezione” duramente contestato da LAV, Enpa e Lega Nazionale per la Difesa del Cane per i gravi contrasti con le leggi vigenti in e con il Codice penale.

Le associazioni, che venerdì hanno inviato a tutti i consiglieri regionali emendamenti che solo se approvati potrebbero rendere la proposta di legge che sarà votata domani conforme alla normativa vigente e salvare la legge dalla bocciatura certa al Consiglio dei Ministri, invitano tutti i capogruppo e i consiglieri a fare un atto di responsabilità facendo propri gli emendamenti delle associazioni.

Tra le previsioni più gravi di quella che potrebbe essere ricordata come “legge ammazza cani” la previsione che sia possibile effettuare l’eutanasia su richiesta del proprietario, la possibilità di uccidere i cani inselvatichiti, il pronto soccorso solo a favore dei cani e non dei gatti e la sterilizzazione dei randagi che da obbligo di legge diventa eventualità.

Non è difficile comprendere come queste previsioni farebbero guadagnare alla Regione Abruzzo “la maglia nera” per la tutela animali.

Ufficio Stampa LAV 06 4461325 www.lav.it       LINK:

http://www.lav.it/news/abruzzo-proposta-di-legge-per-la-soppressione-dei-cani-su-richiesta