UNPIXELPERBAMBÙ

UNPIXELPERBAMBÙ

Primavera 2015, provincia di Vicenza: 
una ragazza, chiamiamola Chiara, riceve una segnalazione per dei gatti da sterilizzare e si reca presso un allevamento di mucche da latte, per poterli vedere.
Vicino alla stalla, all’interno di una gabbia minuscola, nota subito un vitellino appena nato, un cucciolo bellissimo che assomiglia a un cerbiatto, dagli occhioni dolci e stupiti.
La ragazza e il vitellino si guardano, intensamente.
Chiara chiede all’allevatore cosa farà di quel cucciolo: lui, banalmente, le fa intendere che la razza Jersey non è adatta alla produzione di carne, e quindi di lì a breve finirà al macello.
Chiara non può credere che una creatura così indifesa, appena nata, con gli occhi che cercano ancora la mamma, possa essere uccisa, e chiede di poterlo salvare dal suo terribile destino. 
All'inizio l’allevatore è incredulo, ma poi si fa convincere.
Chiara chiede immediatamente aiuto alla LAV di Vicenza per trovare una nuova casa al vitellino, che subito viene chiamato Bambù.
Partono gli appelli e le mobilitazioni per la sua adozione: dopo lunghe e complicate ricerche, nell’estate 2015 la LAV di Vicenza riesce a trovare una struttura bellissima dove far vivere Bambù in pace e serenità, l’Oasi Rifugio Be Happy, in provincia di Grosseto (www.oasibehappy.org).
Ora, per la gioia di tutti, Bambù è vivo, salvo dal triste destino di tutti i suoi fratelli: potrà vivere una vita lunga e serena, lontana dagli orrori del macello.

Il mantenimento e le cure veterinarie per Bambù sono costosi, specialmente per una associazione di volontariato, ma tutti possiamo dare un contributo, piccolo o grande che sia.
Vi chiediamo dunque, con un appello urgente, di dare una mano alla LAV di Vicenza, acquistando uno o più pixel, i quadratini della foto di Bambù, ciascuno del valore di: 1 euro.

http://www.unpixelperbambu.eu/