tag popolari

campagne

Risultati della ricerca

  1. Scandalo Italcarni: confermata in appello la condanna per maltrattamenti

    Scandalo Italcarni: confermata in appello la condanna per maltrattamenti

    Lo scandalo del macello ex-Italcarni in provincia di Brescia continua a fare i conti con la giustizia: il Tribunale di Appello di Brescia ha oggi confermato la condanna per maltrattamento di animali

  2. Udine, traffico cuccioli: confermata in appello condanna a 5 mesi per commerciante

    Udine, traffico cuccioli: confermata in appello condanna a 5 mesi per commerciante

    La Corte di appello di Trieste ha confermato oggi la condanna a 5 mesi di reclusione e al pagamento di 3.500 euro di multa a carico di un commerciante campano poiché, in qualità di

  3. Vendita Green Hill: niente vittimismo condanne confemano nostre ragioni

    Vendita Green Hill: niente vittimismo condanne confemano nostre ragioni

    "In Italia le leggi non le fa la Marshall e la normativa italiana è all’avanguardia su quello che impone l’Europa dal Trattato di Lisbona in poi: la protezione degli animali

  4. Green Hill: condanna anche in Appello, il commento dell'Avv. Campanaro

    Green Hill: condanna anche in Appello, il commento dell'Avv. Campanaro

    La Corte d’Appello di Brescia, il 23 febbraio 2016, ha confermato le condanne di primo grado nei confronti del veterinario e del co-gestore di “Green Hill 2001” (Montichiari,

  5. Mucca "a terra": seconda condanna in cassazione nel giro di un mese

    Mucca "a terra": seconda condanna in cassazione nel giro di un mese

    Nel corso dell’udienza svoltasi ieri, la Corte di Cassazione ha confermato la condanna per il reato di maltrattamento all’allevatore-trasportatore che nel 2008, fuori dal macello Inalca

  6. Trieste traffico cuccioli:Corte d'Appello confermata condanna per maltrattamento.Soddisfatti come parte civile

    Trieste traffico cuccioli:Corte d'Appello confermata condanna per maltrattamento.Soddisfatti come parte civile

    La Corte di Appello di Trieste ha confermato la sentenza di primo grado emessa dal Tribunale di Tolmezzo (Udine) a carico di B.D. e U.G., condannati rispettivamente a quattro e sei mesi di reclusione