tag popolari

campagne

Risultati della ricerca

  1. Miki, il maiale "vagante" salvato dalla LAV di Sassari

    Miki, il maiale "vagante" salvato dalla LAV di Sassari

    Michele, Miki per gli amici, è un verro (un maiale maschio intero) di circa tre anni, trovato tra gennaio e febbraio mentre vagava alla periferia di un paese del nord Sardegna, da Alessia,

  2. Il maialino Elvis potrà continuare a vivere con la sua famiglia umana

    Il maialino Elvis potrà continuare a vivere con la sua famiglia umana

    Si è conclusa positivamente la vicenda che ha visto come protagonista, ignaro e involontario, un maialino di un anno, Elvis, e la sua famiglia di Torino. Elvis potrà restare nella

  3. Prosciutto: le immagini della sofferenza. I controlli dove sono?

    Prosciutto: le immagini della sofferenza. I controlli dove sono?

    Un anno fa lanciammo le immagini realizzate dai nostri investigatori negli allevamenti di suini, denunciando sofferenze, mutilazioni e crudeltà di cui sono vittime solo in Italia

  4. Allevamenti maiali e mutilazioni: 10 marzo la LAV al Parlamento UE

    Allevamenti maiali e mutilazioni: 10 marzo la LAV al Parlamento UE

    La suinicoltura intensiva in Italia: un'indagine sotto copertura, la realtà delle mutilazioni inflitte ai maiali. Questo il tema della presentazione in programma domani 10 marzo

  5. Sopravvivere alle valanghe. Dopo anni di proteste ora test senza animali

    Sopravvivere alle valanghe. Dopo anni di proteste ora test senza animali

    Dopo le numerose proteste degli anni passati, contro gli esperimenti compiuti in Austria su maiali sepolti vivi da valanghe artificiali, quest’anno, finalmente, la stampa riporta la notizia di

  6. Cascina horror in provincia di Varese

    Cascina horror in provincia di Varese

    Una nuova cascina degli orrori è stata scoperta  a Caidate di Sumirago, in provincia di Varese, grazie all'intervento dei  Carabinieri e dagli operatori del Servizio

  7. I maiali di San Gregorio da Sassola sono al sicuro!

    I maiali di San Gregorio da Sassola sono al sicuro!

    Avevano vissuto in un luogo inquinato, e per questo erano stati condannati al macello a seguito di un sopralluogo di Asl veterinaria, Carabinieri, Arpa e Polizia locale, ma finalmente li abbiamo