Anche Bestseller, uno dei più grandi retailers europei, passa al Fur-Free

BESTSELLER, l’azienda danese fondata nel 1975 e che offre fast-fashion a prezzi accessibili per donne, uomini, ragazzi e bambini, ha ufficializzato la rinuncia all’uso di pellicce animali aderendo al Fur Free Retailer Program, lo Standard Internazionale della Fur Free Alliance promosso in Italia dalla LAV.

La Fur Free Alliance è la coalizione internazionale di organizzazioni per la protezione degli animali che lavorano per porre fine allo sfruttamento e l'uccisione di animali per la loro pelliccia.

BESTSELLER è proprietaria di 20 brand che da oggi sono ufficialmente fur-free: JACK&JONES, JUNAROSE, JAQUELINE DE YONG, LITTLE PIECES, LP BOYS, MAMALICIOUS, NAME IT, NAME IT LIMITED, NOISY MAY, OBJECT COLLECTORS ITEM, ONLY, ONLY PLAY,  ONLY&SONS, OUTFITTERS NATION, PIECES, PRODUKT, SELECTED, VERO MODA, VILA CLOTHES, Y.A.S.. 

Un altro grande nome dell’industria dell’abbigliamento ha saputo dire basta alle pellicce animali dimostrando che è possibile fare moda ed essere leader nel mercato senza causare sofferenza agli animali” – dichiara Simone Pavesi Responsabile LAV Campagna Pellicce. 

Katrine Milman, responsabile della sostenibilità aziendale per Bestseller ha affermato: "Da più di un decennio Bestseller è una società fur-free. Siamo felici e orgogliosi della nostra politica aziendale, che è ampiamente apprezzata dai nostri clienti. Per questo motivo è naturale per noi diventare parte del Fur Free Retailer Program e, quindi, confermare ai nostri clienti che Bestseller non vende vera pelliccia."

Claudia Squadroni

LEGGI IL COMUNICATO INTEGRALE