Bocconi killer: nuova ordinanza ministeriale conferma norme virtuose

Da oggi di nuovo in vigore le positive disposizioni dell’Ordinanza “Norme sul divieto di utilizzo e detenzione di esche o bocconi avvelenati” firmata dal Ministro della Salute Beatrice Lorenzin, un atto indispensabile per la tutela degli animali e della salute pubblica considerato come i bocconi killer continuino a uccidere da nord a sud Italia e non risparmino né animali domestici né selvatici, rappresentando un serio pericolo anche per la popolazione umana, in particolare per i bambini, e per l’ambiente.

Il provvedimento, che giunge a 5 mesi dalla scadenza della precedente Ordinanza, conferma le misure di salvaguardia e prevenzione contenute nel testo precedente, e il meccanismo virtuoso che ha instaurato tra tutti i soggetti coinvolti.

L’Ordinanza avrà efficacia per 12 mesi, un tempo sufficiente per approvare una legge in materia facendo recuperare alla commissione Sanità del Senato gli articoli del disegno di legge Lorenzin che sono stati incautamente stralciati su richiesta della presidente della commissione De Biasi, e che potranno esseri migliorati con la proposta di legge sul tema che la LAV ha fatto depositare in Parlamento con firma trasversale.

“La proroga è un atto indispensabile per prevenire e combattere i bocconi avvelenati – dichiara Ilaria Innocenti, responsabile LAV Area Animali Familiari - Ma affinché le disposizioni dell’ordinanza siano davvero efficaci è indispensabile che le norme contenute nell’Ordinanza siano recepite in legge al più presto per renderle definitive e senza scadenza e per sanzionare adeguatamente i trasgressori.”

Claudia Squadroni