Cavallo frustato durante una lezione di salto a ostacoli. Li denunceremo!

La LAV sporgerà denuncia per il  brutale maltrattamento a danno di un cavallo impiegato durante una lezione di salto a ostacoli in un maneggio di Capalbio (Grosseto), segnalato in un servizio TV di Edoardo Stoppa, a Striscia la notizia.

Il servizio TV è stato trasmesso martedì 7 marzo. L’animale evitava l’ostacolo disarcionando l’allieva che lo montava, e subito dopo veniva frustato sul collo e sul muso con ben 13 colpi inferti con grande violenza, mentre l’istruttrice esortava la ragazzina a punire il cavallo, gridando ad ogni colpo “giusto!”. 

Intervistata da Stoppa, l’istruttrice cercava prima di giustificare quel comportamento addossando la colpa al cavallo, che a suo dire avrebbe avuto l’intenzione di far deliberatamente del male all’allieva, e in seguito, ha ammesso di adottare quel sistema di punizione fisica, anche se non sempre. Pure il padre dell’istruttrice, intervenuto per scacciare la troupe, dichiarava davanti alle telecamere che è “giusta” quella condotta perché “fanno scuola”.

L’istruttrice ha promesso a Edoardo Stoppa che non picchierà più i cavalli.

Purtroppo per lei questo non ci basterà: sporgeremo denuncia attraverso il nostro Ufficio Legale affinché sia valutata la sua posizione e la sua eventuale responsabilità penale. A nome di tutti i cavalli giornalmente abusati, deprivati, percossi, umiliati e sacrificati per uno “sport”.