Circhi: passo indietro del Ministro Dario Franceschini su stop uso animali

Da “graduale eliminazione” a “graduale superamento” dell’utilizzo degli animali nei circhi, ora esteso anche al settore dello spettacolo viaggiante. Sarà il prossimo Governo a decidere come e quando attuare questo principio, nel Decreto attuativo che dovrà essere emanato entro il 2018.

Questo l’esito del voto di stamattina nell’Aula del Senato, sulla Legge del Codice dello Spettacolo (Disegno di Legge del Governo 2287-bis).

“Condanniamo il passo indietro del Ministro della Cultura Franceschini che, dopo aver difeso strenuamente il suo Disegno di Legge-delega appena qualche settimana fa in Commissione Cultura, ha permesso questa modifica. – commenta la LAV – Non ci consola il voto contrario dei senatori pro-circhi con animali, ora speriamo nella seconda lettura della Camera per far ritrovare il coraggio di sostenere une vera riforma, con una data certa per il cambiamento, verso uno spettacolo etico, senza animali, concretizzando un importante atto, già deciso a vari livelli da oltre 50 Paesi al mondo dei quali oltre la metà di quelli dell’Unione Europea, come auspica la stragrande maggioranza degli italiani e la Federazione Nazionale dei Veterinari Italiani, non solo gli animalisti, al fine di favorire il rilancio delle attività artistiche davvero umane”.