Alessandria, condannato American Circus per cinque elefanti a catena

Il Tribunale di Alessandria ha condannato L.M., gestore dell’American Circus, a 2.000 euro di ammenda per “detenzione incompatibile con la propria natura”, ai sensi dell’Art. 727 del Codice Penale, per aver tenuto cinque elefanti legati con corte catene che, legando due zampe ad ogni animale, impedivano loro la quasi totalità dei movimenti.

L.M. era stato denunciato nel novembre del 2011, dopo un’ispezione presso l’American Circus delle Guardie Zoofile della LAC svolta con il coordinato scambio informativo dell’Area Animali Esotici della LAV, e in seguito al mancato rispetto della prescrizione del veterinario Asl AL che chiedeva rimozione e limiti all’utilizzo delle catene.

Questa sentenza arriva a  poco più di un mese dalla pronuncia della Cassazione su un caso analogo, che confermava che detenere un animale a catena fosse incompatibile con la sua natura, a prescindere dalla condizione di cattività.

Barbara Paladini

COMUNICATO STAMPA