Leggi ammazza lupi e orsi: contrordine! Ministro Costa annuncia impugnazione

A sole poche ore dall’approvazione delle leggi-propaganda delle Province di Trento e Bolzano che davano il via libera all’uccisione di lupi e orsi, il Ministro Costa annuncia la presa di posizione netta di questo Governo: le due leggi violano un principio costituzionale e per questo saranno impugnate.

Subito dopo l’approvazione delle due leggi, eravamo intervenuti chiedendo l’intervento del Presidente del Consiglio dei Ministri e del Ministro dell’Ambiente. Ora l’annuncio del Ministro Costa conferma che la legge ammazza orsi e lupi è del tutto illegittima.

Siamo particolarmente soddisfatti dalla presa di posizione di questo Ministero dell’Ambiente che segna una netta rottura rispetto all’amministrazione precedente. Per tutelare le attività umane esercitate sul territorio occupato da lupi e orsi, esistono strumenti di prevenzione efficaci e non cruenti, non è accettabile che l’unica soluzione proposta dalle due amministrazioni provinciali si limiti a dare via libera alle uccisioni degli animali.

Per mettere finalmente a tacere gli estremisti “ammazzatutto” è necessario che il Piano Nazionale sul lupo sia finalmente approvato escludendo il capitolo che prevede l’uccisione degli animali: è tempo di rivoluzionare l’approccio culturale alla convivenza con gli animali selvatici, i fucili, i cacciatori e i loro sostenitori hanno ormai dimostrato tutta la crudeltà e l’inefficacia del loro approccio.

Massimo Vitturi
Responsabile LAV Animali Selvatici