A 6 mesi dal sisma Sina ora a casa.Grazie ai Vigili presso il Campo!

Sta bene e si è già adattata alla sua nuova casa la gattina Sina, identificata presso il Campo LAV di Cittareale (Rieti) e restituita al signor Pietro che la cercava da sei mesi, quando la prima scossa aveva distrutto la sua casa e Sina era fuggita spaventata.

La gattina (nelle foto con Ilaria Innocenti presso il Campo LAV a Cittareale e a casa, in braccio al signor Pietro) sopravvissuta tra le macerie grazie al cibo regolarmente lasciato sul territorio dai volontari delle associazioni, era stata recuperata ieri mattina nella zona rossa di Amatrice (Rieti) dal dottor Claudio Carcano, medico veterinario dei Vigili del Fuoco di Varese, e da Roberto De Angelis, Vigile del Fuoco di Rieti, che proprio ieri avevano ripreso la loro fondamentale attività al fianco delle associazioni impegnate nella cattura dei gatti liberi, per la sterilizzazione gratuita prevista dal progetto LAV, realizzato in collaborazione con Regione Lazio e Ordine dei Medici Veterinari.

“Questo ricongiungimento è stata una grande emozione, una delle storie più belle, forse la vera storia in quanto la gattina era dispersa da agosto e il suo compagno umano la stava cercando. – ha dichiarato Ilaria Innocenti, responsabile del progetto LAV, che avrà termine il 5 marzo – Il signor Pietro ci ha informati che la gattina, ospitata ora da uno zio perché la sua casa non esiste più, si è ambientata bene e ha mangiato, e appena arrivata in posto sicuro si è tranquillizzata”.

E’ di ieri sera la notizia, infatti, della completa compromissione del campo a causa di una tempesta di vento, che ha causato un ritardo nella ripresa delle operazioni, dovuto al necessario ripristino delle idonee condizioni per operare.