#StopYulin: la nostra lettera consegnata all'Ambasciata Cinese

In occasione del Festival di Yulin, che si terrà in Cina domani, il 24 maggio scorso abbiamo chiesto all’Ambasciatore della Repubblica Popolare Cinese a Roma un incontro per presentare le nostre istanze e quelle dei tanti cittadini italiani contro l’eccidio di migliaia cani brutalmente uccisi per essere mangiati.

Non avendo ricevuto nessun riscontro, questa mattina ci siamo recati direttamente da lui per essere ricevuti e consegnare le nostre richieste.
Purtroppo però né l’Ambasciatore, né il suo staff ci hanno ricevuti.
Ovviamente noi non ci fermiamo qui, continueremo il nostro percorso per mettere al bando il Festival di Yulin e il consumo di carne di cane e gatto in Cina.

Continuate a unirvi anche voi al  nostro appello di fermare questo massacro. Scrivete una mail a:

Straordinario e Plenipotenziario Ambasciatore Li Ruiyu 
Ambasciata della Repubblica Popolare Cinese
Via Bruxelles, 56 - 00198 Roma 
segreteria.china@gmail.com