LAV in aiuto di animali e famiglie colpite dalla piena del fiume Panaro (Modena)

Il maltempo da giorni sta flagellando l'Italia, provocando numerosi danni, e creando notevoli disagi anche agli animali e alle famiglie con animali. Dalla provincia di Modena le prime richieste di aiuto sono arrivate la mattina di domenica 6 dicembre, poche ore dopo l’esondazione del Panaro che ha allagato Nonantola e Castelfranco Emilia.

Come tre anni fa, la nostra sede di Modena si è subito attivata, coordinando i contatti tra volontari, Vigili del Fuoco, Protezione civile e Asl veterinaria, per soccorrere le famiglie con animali, colpite dall’alluvione.

L’intervento dei nostri volontari è stato determinante durante il salvataggio di una famiglia con tre gatti, portata in salvo dai Vigili del Fuoco, ma anche per alcune capre e bovini di un maneggio inondato: grazie al coordinamento della sede LAV, i veterinari della Asl sono in contatto con i responsabili della struttura per monitorare le condizioni degli animali, provati dalla drammatica situazione.

Sono stati forniti agli UCL dei Vigili del Fuoco, trasportini per il recupero di gatti, e altro materiale utile al soccorso. I nostri volontari hanno anche attivato una rete di stalli gratuiti per le famiglie con cani e gatti che non possono portarli con loro nelle sistemazioni di emergenza (palazzetti dello sport, ma anche alberghi): molte le persone che hanno offerto un posto per un cane o un gatto, e anche le pensioni per animali hanno risposto alle richieste della sede LAV di Modena, offrendo ospitalità per gli animali “sfollati”, e sono già in corso le staffette per trasferire gli animali.

La situazione è ancora drammatica, e le operazioni di soccorso proseguono incessantemente, con i nostri volontari che lavorano senza sosta: eventuali segnalazioni possono essere fatte al numero 3920611449. #NONLASCIAMOSOLONESSUNO