Home | Chi siamo | I nostri traguardi

I nostri traguardi

Dal 1977 ad oggi abbiamo raggiunto risultati importanti, contribuendo a migliorare la vita e i diritti degli animali. Scopri le tappe di questo viaggio!

Scopri le tappe

Stop allevamento pellicce

2022

Con il voto di fiducia dell'Aula del Senato al maxiemendamento del Governo al Disegno di Legge di Bilancio, dopo una sospensione durata un anno, dal 1° gennaio 2022 si decreta lo stop definitivo agli allevamenti di animali "da pelliccia".

Nel febbraio 2022, a distanza di oltre vent’anni dalla nostra prima proposta, riusciamo a ottenere, quinto Paese al mondo, l’inserimento nella Costituzione della tutela dell’ambiente, biodiversità, animali ed ecosistemi.

Farmaco veterinario equivalente

2021

Nel 2021, come risultato della campagna LAV #curiamolitutti, entra in vigore, il Decreto del Ministro della Salute sul farmaco equivalente, che consente ai medici veterinari di prescrivere il farmaco umano con lo stesso principio attivo, ma decisamente meno costoso. Una grande conquista, per milioni di animali e per le loro famiglie, che potranno risparmiare sui costi dei farmaci, spesso inaccessibili.

Gorgona

2020

Dal 2020 dopo anni di battaglie, inizio della realizzazione del progetto di relazione detenuti e animali sull'isola carcere di Gorgona con stop alla macellazione e salvezza dei quasi 600 animali allevati.

Detrazione spese veterinarie

2019

Nel 2019, grazie a un nostro emendamento parlamentare abbiamo ottenuto un primo aumento nella Legge di Bilancio della quota detraibile delle spese veterinarie.

Salvati oltre 500mila uccelli migratori

2018

Nel 2018, grazie ai nostri ricorsi al TAR, riusciamo a salvare oltre 500 mila uccelli migratori dai fucili dei cacciatori in Lombardia.

Opzione vegana e vegetariana nella ristorazione pubblica

2014

Riconoscimento per Decreto del Ministero della Salute del diritto all'opzione vegana e vegetariana nella ristorazione pubblica e senza alcuna certificazione medica.

Stop uso animali per la sperimentazione dei cosmetici

2013

Nel 2013 completato lo stop europeo ai test su animali a fini cosmetici, in Italia entrano in vigore restrizioni all'utilizzo di animali per la sperimentazione e viene introdotto il divieto di allevamento di cani, gatti e primati da laboratorio (Decreto Legislativo n. 26/2014 di attuazione della direttiva 2010/63/UE sulla protezione degli animali utilizzati a fini scientifici).

Chiusura di Green Hill

2012

Nel 2012 la storica chiusura di Green Hill, a Montichiari (Brescia), l'allevamento di cani beagle destinati ai laboratori di tutta Europa. Con la condanna definitiva dei gestori.

Nella Legge 220/2012 riusciamo a far approvare l'integrazione dell’articolo 1138 del Codice Civile con la disposizione "Le norme del regolamento condominiale non possono vietare di possedere o detenere animali da compagnia".

Accordi animal free nel campo moda e cosmetici

2011

Accordi con marchi della moda per superare l’utilizzo di inserti di pelliccia e pellicce intere.

Realizzazione con altre organizzazioni dello Standard Internazionale per ditte di cosmesi che non testano i loro prodotti e ingredienti di animali.

Decreto per le urgenze delle ambulanze veterinarie

2010

Articolo 31 della Legge 120/2010 e relativo Decreto Ministeriale 9 ottobre 2012 n.217: la riforma del Codice della Strada equipara lo stato di necessità di trasporto di un animale ferito a quello delle persone ed equipara l’urgenza delle ambulanze veterinarie a quelle per umani.

Divieto commercio prodotti derivati da foche

2009

Nel 2009, grazie anche al nostro intervento, il Parlamento Europeo approva il divieto di tutti gli scambi commerciali di prodotti derivanti da foche in UE.

Dopo una nostra campagna riusciamo a far approvare la Legge 201/210 contro il traffico di cuccioli di cane dall’est europeo e che aumenta le pene contro i maltrattamenti.

Stop importazione di pelli e derivati di foca

2006

Nel 2006, grazie alla nostra campagna, viene approvata la Legge che bandisce l’importazione di pelli e derivati di foca.

I maltrattamenti animali diventano delitto giuridico

2004

Nel 2004, entra in vigore la Legge n. 189, da noi fortemente voluta: i reati di maltrattamento e uccisione di animali diventano delitto giuridico. Nello stesso anno, grazie alle nostre iniziative, il Ministero delle politiche agricole vieta per Legge l'uso dell'alimentazione forzata per anatre e oche e la spiumatura di volatili vivi.

Stop importazione pellicce di cani e gatti

2002

Nel 2002, grazie a LAV, l'Italia è il primo Paese in Europa a bandire l'importazione e commercializzazione delle pellicce di cani e gatti.
Nello stesso anno, grazie alla bocciatura di un emendamento che avrebbe reso legali le scommesse fuori dagli impianti sulle corse dei cani, chiude l’ultimo cinodromo a Roma e non aprono più progettate simili strutture.

Marcia per i diritti degli animali

1999

Il 2 ottobre 1999 organizza una grande Marcia a Roma per i diritti degli animali alla quale partecipano circa 30.000 persone.

Blocco campagne pubblicitarie

1995

Nel 1995 al Giurì di Autodisciplina Pubblicitaria riesce a bloccare lo slogan "La carne è indispensabile" utilizzato da un Consorzio di produzione. E negli anni successivi, anche da parte dell'Autorità Garante della Concorrenza è il Mercato, riesce a bloccare campagne pubblicitarie con medesime affermazioni realizzate da Mellin e Ministero delle Politiche Agricole.

Primo Programma di impegni per gli animali

1993

Nel 1993 a Roma la LAV con altre associazioni elabora il primo Programma di impegni per gli animali per l'elezione di un Sindaco, esempio che sarà ripetuto in tante altre città e anni. L'anno successivo riesce a far aprire nella Capitale il primo Ufficio comunale per i diritti degli animali e nel 2004 riesce a far realizzare il primo in una Provincia, quella di Roma.
Promuove ed ottiene la Legge 413/93 sull’obiezione di coscienza alla sperimentazione animale per studenti e ricercatori.

Aumento delle specie protette

1992

Nel 1992 viene approvata la legge n. 157 su Fauna Selvatica e Caccia: aumentano le specie protette, diminuisce il territorio per l'attività venatoria, viene fermato il tiro al piccione. Nel 1992 l'impegno contro il commercio di specie protette (Convenzione di Washington) porta alla Legge 150 e nel 1993, con l’approvazione della Legge 413, viene riconosciuto il diritto all’obiezione di coscienza per i ricercatori e gli studenti universitari.

Stop pena di morte animali randagi

1991

Nel 1991, la LAV dopo anni di battaglie riesce a far approvare la Legge n. 281 con la quale si determina lo stop alla pena di morte per i cani randagi e i gatti vaganti.

Vittoria contro Fidia Farmaceutica

1986

Nel 1986 batte la Fidia Farmaceutica davanti al Pretore di Roma in una causa intentata per far sequestrare i materiali informativi contro la costruzione di un mega allevamento di cavie in Friuli e viene così bloccata la richiesta di risarcimento dell'industria.

Prime ordinanze comunali

1985

A metà degli anni '80 riesce a far emanare le prime Ordinanze di Sindaci (Roma, Firenze fra le altre città) che vietano l'uccisione con le camere a gas o altri metodi per i cani nei canili pubblici se non adottati dopo tre giorni dalla cattura