Denunciamo attacco e minacce per nostra battaglia contro circo con animali

Divelto il nostro stand la scorsa notte alla Fiera di Milano dove eravamo presenti per la rassegna “Fa la cosa giusta” e posto in primo piano, spaccato, il pannello di una mostra contro l’uso degli animali nei circhi. Minacciato su Messenger e Facebook il Presidente della LAV Gianluca Felicetti “Pagherai per tutto quello che mi hai fatto”.

Per questo abbiamo presentato denuncia ai Carabinieri di Milano e Roma chiedendo che vengano individuati e puniti i responsabili.

“Già ieri pomeriggio durante un dibattito da noi organizzato in Fiera su cani e gatti sono intervenute due circensi che hanno tentato di interrompere più volte la vicepresidente della Federazione nazionale degli Ordini dei Veterinari, rappresentanza professionale che si era schierata con noi a favore della Legge poi approvata per il graduale superamento dell’uso degli animali nei circhi – ha detto Gianluca Felicetti, presidente LAV – poi questa mattina il ritrovamento del nostro stand divelto, unico fra le centinaia dopo tre giorni di rassegna a “Fa la cosa giusta”, con posto ben in vista un pannello anti-circo con animali della nostra mostra. Sempre nella notte ho ricevuto messaggi su Messenger e diffusi anche pubblicamente sulla mia pagina Facebook nel quale un noto circense mi ha scritto “Pagherai per tutto quello che mi hai fatto”. Per questo abbiamo presentato oggi due denunce ai Carabinieri a Milano e Roma”.

Non ci faranno arretrare di un millimetro in questa battaglia di civiltà che conduciamo da oltre quarant’anni e con la Legge da pochi mesi ottenuta porterà l’Italia man mano ad allinearsi ad altre decine e decine di Paesi che hanno fermato l’imprigionamento e lo sfruttamento degli animali nei circhi, i nostri attivisti, le migliaia di nostri sostenitori, l’Italia civile continuerà verso questo traguardo di civiltà.