Processo attivisti che liberarono cavie a Farmacologia: il 26 aprile la sentenza

Giovedì prossimo, 26 aprile, verrà pronunciata la sentenza del procedimento penale nei confronti delle attiviste e degli attivisti che il 20 aprile 2013 occuparono gli stabulari del Dipartimento di Farmacologia dell’Università Statale di Milano e liberarono 400 topi e un coniglio.

Il Coordinamento Fermare Green Hill invita tutti a presentarsi in aula al Tribunale di Milano, sezione ottava, per le 14:30, per esprimere solidarietà agli attivisti e alle vittime della sperimentazione animale in questo processo di estremo valore simbolico nella lotta alla vivisezione.

Durante la scorsa udienza è stata ascoltata la difesa e sono emersi molti lati oscuri della vivisezione, i testimoni hanno infatti riportato come "gli animali liberati non solo erano in condizioni psicologiche pessime, come sempre accade negli stabulari, ma anche in inaspettate e ingiustificabili condizioni fisiche e sanitarie" e i registri di carico e scarico fossero inesatti; situazioni gravi ma purtroppo estremamente frequenti le poche volte che si riesce ad accedere agli stabulari, luoghi in cui gli animali sono trattati come meri oggetti di sperimentazione e non da esseri senzienti quali sono, che provano angoscia, paura e dolore.

Il 26 aprile le tre persone imputate avranno la facoltà di fare le loro dichiarazioni, LAV sarà in Tribunale per continuare a sostenerli, come fatto sin dall’inizio del processo, e ribadire che la vivisezione è un crimine e che bisogna fermarla. Saremo al loro fianco, in una battaglia simbolo dell’antivivisezionismo, per dare voce a chi non ce l’ha: gli animali “da laboratorio”.

Michela Kuan
Responsabile LAV area Sperimentazione senza Animali