Bistecca day: altro che vegani in calo! Coldiretti ignora aumento offerta alimenti 100% veg

Anche quest’anno Coldiretti ha organizzato la teatrale grigliata dell’orgoglio carnivoro, annunciando a gran voce il ritorno al consumo di carne da parte degli italiani e affermando che nell’ultimo anno 2 vegani su 3 sono tornati onnivori (più di un milione di persone). Peccato che questi numeri contrastino palesemente con ciò che chiunque di noi può vedere, ovvero l’aumento esponenziale dell’offerta di prodotti vegani dalla grande distribuzione, alla ristorazione collettiva anche scolastica, fino al bar sotto casa! 

Non è un caso se i mercati, come rileva il rapporto “Plant -Based Profits: investment risks&opportunities in sustainable system” redatto da FAIRR, identifichino gli alimenti prodotti a base di proteine vegetali, come "il nuovo grande business, in crescita esponenziale”. I dati, inoltre, indicano nell’Europa “l’epicentro della rivoluzione vegetale”, mentre le stime più recenti prevedono una crescita del settore, tra il 2017 e il 2021, dell’8,29%, con un giro di affari di 5,2 miliardi di dollari entro il 2020. (Bloomberg Intelligence Report 2017).

Offerta che risponde alla sempre più crescente richiesta di alimenti 100% veg da parte dei consumatori e che evidentemente impensierisce gli associati Coldiretti che producono alimenti di origine animale.

A Coldiretti rivolgiamo un invito: smetta di discriminare i suoi associati che producono alimenti vegetali e si batta per la riduzione dell’IVA sui “latti” vegetali, attualmente al 22%!

(nella foto di Manuel Marcuccio, Scaloppine di seitan ai funghi: guarda la ricetta qui)