Botticelle LAV a Giunta Roma: a quando l'abolizione?

"Ricordiamo all'Assessore all'Urbanistica del Comune di Roma, Paolo Berdini, che il programma del Movimento 5 Stelle prevede come priorita’ l’abolizione delle botticelle e che la delibera di iniziativa popolare che ne chiede la fine è ferma da un anno e mezzo in attesa di essere votata". Questa la reazione della LAV di Roma alle dichiarazioni dell'Assessore rilasciate a Striscia la Notizia in cui si impegna a risolvere il problema delle stalle dei cavalli delle botticelle in sei mesi, entro i quali vetturini e cavalli farebbero il loro ingresso nelle nuove stalle di Villa Borghese.

La mega scuderia costruita a Villa Borghese, ottenuta sbancando una collina storica del Pincio, è stata voluta dalle passate amministrazioni comunali per tutelare gli interessi privati dei vetturini ed è costata 1.300.000 euro di soldi pubblici. Salvo poi accorgersi, nel luglio 2015, che la costruzione di Villa Borghese non è adeguata allo scopo e andrebbe ripensata a livello strutturale. Ora, le dichiarazioni dell’assessore Berdini prefigurano ulteriori spese, tutte a carico di cittadini romani, per portare a norma quella struttura.

La LAV Roma ricorda che la mega scuderia non sarebbe nemmeno mai dovuta sorgere, in quanto il Piano Territoriale Paesistico della Regione Lazio vieta l’installazione di qualsiasi struttura all’interno di parchi, ville e giardini storici e la Legge Regionale 6 luglio 1998 n.24 ammette a Villa Borghese solo interventi che riguardano esclusivamente la conservazione, la manutenzione ed il restauro.

Claudia Squadroni