Brescia, cane ucciso a colpi di pietre e bastone, sotto gli occhi di un bambino.

Preso a calci, bastonato e ucciso con una pietra in testa dopo un’interminabile agonia: è l'inaudita violenza perpetrata da tre uomini armati di pietre e bastoni ai danni di un cane a Breno, nei pressi del passo Crocedomini (Brescia). Tutto alla presenza di un bambino.

La crudeltà inaudita e documentata dalle fotografie pubblicate su Brescia Oggi, ci ha lasciato esterrefatti e sconvolti, come lo sono i tanti cittadini che appresa la notizia ci stanno scrivendo per esprimere la loro indignazione. Ci auguriamo che le indagini portino al più presto all'identità dei colpevoli e a chiarire se il ragazzo presente all'orribile scena sia figlio di uno di loro. In tal caso ci appare evidente la necessità di misure per allontanarlo da un contesto di simile violenza e ferocia.

Chiediamo che i colpevoli, una volta individuati, siano puniti con il massimo della pena. La violenza inaudita costata la vita al cane conferma però la necessità di  una riforma della Legge 189/2004, sia per rendere più severe le pene per chi maltratta e uccide animali, sia per impedire che tali soggetti abbiano la possibilità di detenere animali di qualunque tipo.