Deregulation filovenatoria, nuovi attacchi alla legge nazionale!

È in discussione in questi giorni presso la Commissione Agricoltura della Camera, la proposta di legge n.982, primo firmatario Filippo Gallinella (M5S, presidente della stessa Commissione). Se alcuni contenuti venissero approvati, consentirebbero ai cacciatori di sparare tutto l'anno.  Si tratta degli stessi emendamenti filovenatori sul "controllo" faunistico che erano già stati respinti dal Senato, dopo che gli stessi proponenti li avevano ritirati durante la discussione del decreto "Semplificazioni". Ora la Camera sta cercando di riproporne l’identico contenuto.

Si tratta dell'ennesimo tentativo di stravolgere la legge 157 del 1992 sulla tutela della fauna selvatica e sulla regolamentazione della caccia delegando la “gestione faunistica” ai cacciatori, consentendo loro di sparare tutto l’anno, anche nelle zone dove la caccia è vietata. Per questo la LAV, assieme alle maggiori associazioni ambientaliste e animaliste, ha chiesto di essere audita dalla Commissione Agricoltura.

Sotto accusa anche l’ipotesi di ampliare il numero delle associazioni venatorie riconosciute inserendo la Confavi.

Abbiamo chiesto che la Camera dei Deputati si esprima per lo stralcio di queste modifiche, pericolose e dannose, del tutto all'opposto rispetto alle grandi esigenze del patrimonio faunistico del nostro Paese che richiede, invece, una decisa politica di tutela.