Caldo: stop a trasporto animali su lunga distanza, come in Francia e Ungheria!

L’eccezionale ondata di caldo comporta un’ulteriore sofferenza per le decine di migliaia di animali trasportati ogni giorno sui camion per l’allevamento e la macellazione.

Per questo abbiamo chiesto al Ministro Grillo l’emanazione urgente di un’Ordinanza che fermi i camion almeno nelle ore diurne, così come già fatto dai Governi di Francia e Ungheria, e alle Forze di Polizia di aumentare i controlli sulle strade affinché vengano bloccati i trasporti su lunghe distanze quando la temperatura supera i 35 gradi, irrogando la sanzione da 2mila a 6mila euro prevista dal Decreto Legislativo 151 del 2006.

“Esistono prove scientifiche inconfutabili che il trasporto di animali con temperature già superiori ai 30 gradi causa agli stessi gravi sofferenze e stress e pertanto deve essere assolutamente evitato – dichiara Roberto Bennati, Vicepresidente LAV – in particolare per i suini, che soffrono molto il caldo, queste temperature sono una grave sofferenza in più, e rappresentano un rischio per la salute pubblica”.