Orso confidente in Abruzzo traslocato: esempio per il Trentino, che invece li condanna all'ergastolo

L’orso Juan Carrito è un orso considerato “confidente”. Per settimane si è fatto vedere nei pressi e all’interno dei centri abitati nella zona di Roccaraso (L'Aquila), diminuendo nel tempo la sua distanza di fuga dagli umani, fino a giungere ad entrare in una pasticceria dove ha fatto una scorpacciata di dolciumi.

Un orso che si è quindi comportato come altri suoi fratelli trentini e che per questo sono stati catturati o addirittura uccisi. A differenza loro, Juan Carrito ha la fortuna di vivere in Abruzzo, dove invece vogliono provare a riportarlo alle sue abitudini selvatiche e per questo lo hanno catturato e trasportato in quota con un elicottero, dove è stato liberato in un ambiente sicuramente più idoneo alla sua vita.

La stessa possibilità esisterebbe anche in Trentino, dove il famigerato PACOBACE prevede che gli orsi “confidenti” possano essere catturati e traslocati in altre zone per evitare il contatto con gli umani, ma questa possibilità non è mai stata praticata dall’amministrazione provinciale, perché considerata aprioristicamente fallimentare.

Con questa azione congiunta, i Parchi Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise e della Maiella dimostrano con i fatti la loro propensione a favorire la convivenza pacifica con gli orsi, dando una bella lezione al Trentino dove invece il Presidente Provinciale è riuscito addirittura a firmare ordinanze di cattura di orsi che non erano nemmeno stati individuati!

Massimo Vitturi
Responsabile Area Animali Selvatici