Chicco firma Fur free e conferma impegno a non usare pellicce animali

CHICCO, brand dedicato al mondo del bambino a 360°, ha già da tempo abolito l’utilizzo di pellicce animali e ora compie un ulteriore passo avanti sottoscrivendo un formale impegno fur-free con la LAV e la Fur Free Alliance.

Il brand, da sempre attento ai materiali utilizzati per la produzione e la realizzazione dei capi delle proprie collezioni - dedicate ai bambini da 0 a 8 anni – conferma, così, il suo impegno nel promuovere una moda sostenibile e aderisce agli standard Fur Free Retailer program ed Animal Free Fashion consolidando la  decisione di non utilizzare pellicce animali.

La firma di CHICCO è il risultato di un confronto che il brand ha avviato con LAV, anche in qualità di rappresentante per l’Italia del network internazionale Fur Free Alliance, ribadendo la responsabilità che il brand sente nel trasmettere e promuovere il rispetto dei principi di benessere e tutela degli animali, in linea con la propria mission e il suo DNA, quello di essere “dove c’è un bambino”.

Dichiara Joh Vinding, Presidente della Fur Free Alliance: “Siamo lieti di dare il benvenuto a CHICCO come partner del programma Fur Free Retailer. Con l'aiuto di aziende che hanno a cuore le nostre generazioni future, come CHICCO, il fur-free sarà la nuova regola in tutto il settore della moda".

Dichiara Simone Pavesi, Responsabile LAV - Area Moda Animal Free: “Fa piacere sapere che Chicco abbia aderito alla nostra iniziativa, un brand storico la cui firma non fa altro che ribadire l’importanza di una moda senza pellicce animali”.

M. Orseniga, Responsabile Business Area Fashion & Retail Chicco: “Con questa firma Chicco conferma un impegno che il brand sostiene da tempo e si augura possa essere da stimolo per la promozione di una moda sempre più consapevole e rispettosa degli animali e del loro benessere”.