Accudire gli animali al tempo del Covid19: nuova Circolare del Ministero

L’8 aprile il Ministero della Salute ha emanato una nuova Circolare che sostituiisce, confermandole, le precedenti del 2 marzo, del 12 marzo, del 18 marzo, finora valide.

Resta valido e viene ribadito a livello nazionale che riguardo al diritto-dovere di chi ne è responsabile, “sono consentite le attività di accudimento e gestione degli animali presenti nelle strutture zootecniche autorizzate/registrate dal servizio veterinario ivi compresi canili, gattili e l’accudimento e cura delle colonie feline e dei gatti in stato di libertà garantite dalla legge n. 281/91”.

Tra le novità segnaliamo, in particolare:

  • la previsione al punto B.2.a, riguardo l’indifferibilità dei controlli, anche dei Servizi veterinari, su trasporti di animali e impianti di macellazione; 
  • al punto B.2.c , previsione positiva, come anche da noi richiesto, per le sterilizzazioni non sono rinviabili “le attività dei servizi veterinari competenti destinate al controllo della popolazione dei cani randagi e delle colonie feline previste ai sensi della L. 281/91, il cui svolgimento dovrà tenere conto della situazione locale in base alla valutazione effettuata dalle Regioni e Province autonome”. Questo atto fornisce, quindi, più forza ad associazioni e volontari per far effettuare le sterilizzazioni necessarie.

?Il 7 maggio il Ministero della Salute ha prorogato fino al 20 maggio le indicazioni fornite nella Circolare.