Sperimentazione animale. Unione Europea avvia il primo database sui metodi sostitutivi

Una buona notizia arriva dall'Europa: come chiediamo da decenni, su iniziativa di Eleonora Evi, eurodeputata di Europa Verde, nascerà finalmente il primo database pubblico sui metodi sostitutivi della sperimentazione animale.

Siamo molto soddisfatti di questo passo in avanti, che consentirà di condividere informazioni sui metodi Human-based esistenti, permettendo così una maggiore conoscenza scientifica per chiunque, una riduzione degli animali utilizzati per la ricerca e un cambiamento culturale nel mondo scientifico a livello globale.

L'accesso pubblico ad un enorme numero di dati sarà di fondamentale importanza, non solo per gli scienziati già orientati ad una ricerca animal-free, ma per tutti i ricercatori e gli istituti che lavorano nel campo biomedico, dato che il passaggio a metodi sostitutivi, qualora disponibili, è già un obbligo imprescindibile sancito da norme nazionali e sovranazionali.

Un passo in avanti, dunque, non solo per i circa 11 milioni di animali utilizzati nella ricerca nell'UE, ma anche per il progresso di una scienza più efficiente e più etica.