Home | Notizie | Oggi, 24 aprile, il decimo anniversario della liberazione dei beagle di Green Hill

Oggi, 24 aprile, il decimo anniversario della liberazione dei beagle di Green Hill

Leggi l'articolo

Ultimo aggiornamento

sabato 23 aprile 2022 22:00

Condividi

10 anni dalla liberazione dei beagle di Green Hill destinati alla sperimentazione, oggi la commemorazione a Montichiari
Insieme per ricordare una vittoria storica, ma la lotta alla vivisezione e’ ancora lunga

In questi giorni di aprile rievochiamo la prima liberazione dei cani di Green Hill, il famigerato allevamento di beagle destinati alla vivisezione e ai laboratori di tutto il mondo sito a Montichiari. Infatti, sono passati 10 anni da quando è stata aggiunta una pietra miliare nei diritti degli animali con la vittoria legale e civile di migliaia di cani liberati e la condanna dei dirigenti dello stabulario per maltrattamento e uccisione, una vittoria che resta ancora unica al mondo e che ha cambiato la giurisdizione per sempre. Una ricorrenza che cade proprio nella giornata mondiale dedicata agli animali "da laboratorio".

Per ricordare la libertà e la possibilità di una seconda vita per questi cani destinati alla sperimentazione e alla morte, LAV sarà a pochi passi dall’allevamento ora chiuso per sempre grazie alle manifestazioni, alle petizioni, alle denunce, alle inchieste giudiziarie che portarono prima al sequestro di tutti i cani e poi alla condanna definitiva di proprietaria, direttore e veterinario dell’azienda, confermata anche in Corte di Cassazione. Insieme ad altre associazioni e adottanti rivivremo le commoventi storie di chi ha aperto la porta di casa a un cucciolo o una fattrice, ridandogli la capacità di correre, scodinzolare e conoscere l’affetto di una carezza. Una giornata dedicata non solo alle vittime di Green Hill, ma ai milioni di animali che muoiono ogni anno dietro le gelide sbarre di un laboratorio: oltre 500.000 solo in Italia.

Ricordiamo che in Italia, grazie a una lunga lotta della LAV, è stato introdotto il divieto di allevare cani per fini sperimentali, un bando che rischia di essere cancellato dalla lobby vivisettoria che vuole un Paese pro-sperimentazione animale ancorato a un modello costoso, immorale e fallimentare.

L’evento si terrà dalla mattina in Via dell'Artigianato e sarà l’occasione anche per firmare l’importante iniziativa, rivolta alla Commissione europea, per salvare il divieto di test animali sui cosmetici, un traguardo ottenuto dopo 25 anni di lotta animalista, porre limiti più stringenti ad alcuni settori della sperimentazione animale come quello delle sostanze chimiche e introdurre norme orientate al superamento di questo metodo di ricerca antiquato e crudele con lo sviluppo dei metodi sostitutivi.

Per fermarli subito firma qui