Ministero della Salute firma decreto fondi per metodi sostitutivi: 1,6 milioni l'anno

Via libera ai fondi destinati a progetti basati su metodi sostitutivi alla sperimentazione animale: è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.233 del 29 settembre 2021, il decreto che prevede lo stanziamento di 1,6 milioni di euro per istituti zooprofilattici sperimentali, enti pubblici di ricerca e università. Un risultato ottenuto grazie alle richieste della LAV a supporto della ricerca innovativa e pubblica.

Il Ministro Speranza aveva fatto approvare nel Decreto Milleproroghe 2020 la somma di sei milioni di euro complessivi in tre anni, per il rifinanziamento di enti pubblici di ricerca sui test alternativi e sostitutivi, a conferma dell’impegno a voler supportare quanto previsto per legge, e che risponde all’obbligo normativo a considerare prioritari i modelli di ricerca senza animali. Purtroppo, però, i primi 2 milioni di euro per il 2020 sono andati persi per la mancata firma del decreto spesa. 

Grazie alle pressioni LAV non sono andati persi i finanziamenti ai metodi sostitutivi previsti per il 2021 e il 2022, per cui sono stati stanziati 1,6 milioni di euro l’anno. Chiediamo al Ministro Speranza e al Parlamento, fin dalla prossima Legge di Bilancio, un Fondo non “a tempo” ma annuale e con molte più risorse economiche, considerati gli ingenti finanziamenti assegnati alla ricerca che fa uso di animali: una norma definitiva, senza il vincolo di rinnovo triennale.

Rispetto ai precedenti fondi i destinatari non sono più esclusivamente gli istituti zooprofilattici sperimentali, ma anche gli enti pubblici di ricerca e le università, una modifica, voluta da LAV, fondamentale affinché possano accedervi tutte le realtà del nostro Paese, che consentirà di sostenere il fronte più giovane della ricerca italiana. Questo stanziamento è totalmente in linea con quanto previsto dal punto di vista scientifico, normativo e politico. Recentemente, infatti, persino l'EMA, Agenzia europea per il farmaco, ha costituito una task force innovativa finalizzata all'implementazione dei metodi alternativi nella scoperta dei trattamenti farmacologici in medicina umana e veterinaria, sostenendo pienamente lo sviluppo di nuove tecnologie senza animali.

Comunicato stampa