Elefante in fuga vaga per Milano: quale sicurezza? Basta circo con animali!

Ancora un elefante fuggito da un circo, che vaga per le vie cittadine. E’ accaduto venerdì a Segrate (Milano): il pachiderma si sarebbe allontanato dal Circo Darix Togni allestito poco distante fino al 3 marzo.

Qualche mese fa era accaduto in Calabria e l’elefante era arrivato in spiaggia, alla ricerca di una libertà sconosciuta, mentre in passato altre fughe sono più volte accadute anche nella Capitale.

Per questo chiediamo al Prefetto, al Sindaco di Segrate Paolo Micheli e al Sindaco della città metropolitana, Giuseppe Sala, verifiche urgenti sulle condizione di detenzione di questi animali nella città. Li sollecitiamo inoltre ad accertarsi che tutti i controlli sulla sicurezza siano stati svolti come previsto dalla norma.

Un recente Rapporto di Eurogroup for Animals dimostra che l’uso di animali selvatici pone problemi non soltanto dal punto di vista del benessere degli stessi, ma anche sotto l’aspetto della sicurezza e dell’incolumità del pubblico. Negli ultimi 22 anni, infatti, nei circhi dell’Unione Europea ci sono stati 305 incidenti, nei quali sono stati coinvolti 608 animali selvatici. Tra questi l’Italia è il terzo Paese per numero di incidenti, dopo Germania e Francia, mentre in 11 degli Stati membri dell’Unione Europea non si sono registrati incidenti. L’unica soluzione, come ribadisce anche il Rapporto, è quella di introdurre una normativa che favorisca la riconversione del circo in spettacolo senza animali 

Un traguardo al quale sta lavorando il Ministro Bonisoli predisponendo il Decreto attuativodella Legge del 2017 sullo spettacolo, ovvero l’Atto che prevede mai più animali in circhi e spettacoli viaggianti!

Sono quasi 50 i Paesi che hanno realizzato questa riforma nel campo dello spettacolo e l’Italia non può essere il fanalino di coda di un così importante avanzamento culturale ed etico!