Noi votiamo per un/una Sindaco/a che vuol fare bene per gli animali

Le associazioni animaliste AmAnt, Animalisti Italiani, Ava, Enpa, Io Libero-Avcpp, Lav, Lndc, Oipa hanno realizzato negli scorsi mesi un programma di impegni per il/la prossimo/a Sindaco/a di Roma e sono riuscite a incontrare alcune/i di loro fra le/i principali, sui nostri cinque punti strutturali per un Capitale solidale ed efficace, necessaria anche in questo importante ambito.
L’esito delle urne deciderà anche sulla vita degli animali: il Comune, infatti, è responsabile in diversi aspetti per la loro tutela o la loro sofferenza, la loro vita o la loro uccisione. 

Ecco i risultati, in ordine alfabetico per candidato/a:

CARLO CALENDA
(Lista  Civica Calenda Sindaco)

Lo abbiamo incontratoSi è impegnato in particolare sulla trasformazione del Bioparco, la valorizzazione del volontariato nei canili e per le iniziativa periodica nei quartieri per il sostegno alle colonie feline e alle persone disagiate che vivono con animali.
Ha annunciato che il suo Programma sarà integrato da specifici punti sulla tutela degli animali.

ROBERTO GUALTIERI 
(Pd-Lista Civica Gualtieri-Sinistra Civica Ecologista-Europa Verde-Demos-Roma Futura)

Lo abbiamo incontrato. Il nostro Programma ha ricevuto l'apprezzamento di Gualtieri che ha riconosciuto l'importanza del tema dei diritti animali. Nel suo Programma “Ambiente: la città del verde, del mare, dei fiumi e degli animali” ha fatto propri alcuni nostri obiettivi: “Abbiamo a cuore non solo il benessere delle persone, ma anche quello degli animali. Per questa ragione riattiveremo l’ufficio per i Diritti degli animali e garantiremo l’aumento della ricettività dei canili e gattili. Vogliamo poi sviluppare il Bioparco, favorendo la sua conversione in un centro per il recupero di animali selvatici provenienti anche dai circhi.”

MONICA LOZZI
(rEvoluzione Civica)

L’abbiamo incontrata. Il nostro Programma ha ricevuto il suo apprezzamento che ha assicurato pieno ascolto delle istanze animaliste. Nel suo Programma al capitolo “Tutela e benessere animaleha fatto propri i nostri punti inserendone altri fra cui quello della creazione di un Osservatorio cittadino sulla tutela degli animali.

ENRICO MICHETTI
(Fdi-Lega-FI/Udc-Lista Civica Michetti-Rinascimento/Cambiamo-Partito Liberale Europeo)

Lo abbiamo incontrato. I nostri obiettivi hanno ricevuto il suo apprezzamento e ha assicurato pieno ascolto per le istanze animaliste. Nel suo Programma da pagina 120 con il capitolo “Roma Capitale amica degli animali” così come nella sintesi al punto 20 ha recepito le nostre istanze su cani e gatti, prevenzione del randagismo, numero unico “pronto Intervento Animali”, creazione di un nucleo specializzato della Polizia locale, sgravi fiscali per chi adotta un animale, Garante degli animali e Bioparco, prevedendo anche una Consulta per il benessere degli animali. Fra i comportamenti ritenuti utili al miglioramento della qualità della vita della città ha inserito un “attestato di cura amorevole di animali rilasciato da veterinari o da associazioni animaliste e ambientaliste riconosciute”.

VIRGINIA RAGGI
(Movimento 5 Stelle-Lista Civica Raggi-Roma Ecologista-Sportivi per Roma-Roma decide-Con le donne per Roma)

Non siamo riusciti a incontrarla come purtroppo è successo anche nei cinque anni del suo mandato. I suoi positivi impegni scritti delle precedenti elezioni nel 2016 per i quali avevamo grandi aspettative (pagina 16) dall’abolizione delle botticelle alla trasformazione del Bioparco in Centro di recupero animali sequestrati o maltrattati non sono stati attuati dalla Sindaca. Non è stato approvato, per fortuna, il nuovo Regolamento comunale tutela animali che in alcune parti sarebbe stato peggiorativo di quello in vigore. L’Amministrazione con il continuo cambiamento di Assessore delegate, responsabili di Uffici e collaboratrici non ha permesso realizzazioni di particolari attività. Raggi nel suo nuovo Programma al capitolo “Verde, Paesaggio e animali” per la parte “Cose fatte” da pagina 39 non fa alcuna menzione di cose fatte per gli animali. Per i nuovi impegni invece, da pagina 45, vi sono due pagine e mezzo di proponimenti con specifiche su Oasi e colonie feline, Bioparco, scuole, pet therapy. “Le parole d’ordine del prossimo mandato amministrativo saranno rispetto, cura e protezione della vita animale”.


Si ricorda che è possibile anche il voto “disgiunto” fra candidata/o Sindaca/o e lista non collegata con relativa possibile preferenza a candidato/a Consigliere/i.

Sui canali web e social delle nostre associazioni saranno diffuse eventuali successive novità riguardo a Programmi e impegni dei/delle candidati/e Sindaca/o.