Emergenza incendi in Sardegna: LAV in aiuto con l'ambulanza veterinaria

Un lavoro senza sosta, in condizioni proibitive, per soccorrere gli animali

La nostra attività nei luoghi devastati dagli incendi in Sardegna è stata senza sosta: in 2 settimane abbiamo percorso circa 8000 km con l’ambulanza veterinaria, 3 furgoni e due automobili in affitto, ma anche a piedi, per raggiungere gli animali da soccorrere, spesso in zone impervie.

14 persone, tra staff LAV e volontari, sono state impegnate fino a 18 ore al giorno, per intervenire, rispondere alle richieste di aiuto, verificare le segnalazioni; abbiamo allestito un’area di degenza, a supporto della Clinica Due Mari di Oristano, per il trasferimento degli animali salvati che avevano bisogno di degenza.

Abbiamo soccorso 80 animali direttamente, tra cui molti animali selvatici; grazie a un capillare controllo del territorio con droni a scanner termico, abbiamo realizzato anche una mappatura di quelli ritrovati vivi nei territori distrutti dalle fiamme, che ci ha permesso di identificare le aree in cui lasciare cibo per gli animali stremati dalla fame.

264 animali assistiti nei rifugi sul territorio hanno beneficiato di circa 700 kg di cibo, donato insieme a pomate per ustioni e antibiotici (previa prescrizione medico-veterinaria).

Ma non ci siamo limitati all’emergenza: abbiamo riportato a Roma con noi 10 cani e 3 gattini, scampati alle fiamme e feriti, che stanno seguendo una terapia per le ustioni e controlli sanitari completi.
Per loro, appena saranno tornati in forma cercheremo una famiglia che li accolga e li copra di amore e attenzioni.


12 agosto 2021

Dopo 15 giorni nei luoghi devastati dagli incendi in Sardegna, la nostra Unità di emergenza è rientrata a Roma, ma l'impegno continua! 


11 agosto 2021

In Sardegna gli incendi hanno devastato 25 mila ettari di boschi e terreni, con vittime e danni incalcolabili.

Abbiamo curato gli animali feriti e portato cibo e acqua ai superstiti insieme alla rete di soccorso locale, e e resteremo al fianco degli animali sopravvissuti, per aiutarli e difenderli da ogni minaccia per la loro vita.

Dona ora


10 agosto 2021

Tra le nostre attività di questi giorni c'è anche la distribuzione di aiuti in cibo e in medicinali veterinari alle strutture del territorio (600 chili di pasti dall’inizio dell’emergenza per tamponare i bisogni immediati) come questo rifugio vicino Oristano che ospita 10 cani e oltre 50 mici, molti dei quali con disabilità, e che aveva urgenza di ricevere pasti per i suoi piccoli ospiti.

 


9 agosto 2021

Siamo intervenuti in soccorso di Lady White, una cagnetta lasciata sul ciglio della strada da chi l'aveva investita. Con la nostra ambulanza l'abbiamo trasportata per sottoporla a visite specialistiche e esami: la schiena è spezzata, e purtroppo non c'è traccia dei cuccioli che stava ancora allattando, che abbiamo cercato nei pressi della zona dell'investimento.

Grazie al nostro intervento, però, per la dolcissima e tenace Lady White c’è sicuramente speranza!

 


8 agosto 2021

Gavino, Eleonora, Enya, Arborea e Mischina, sono 5 dei 10 cani che abbiamo preso in affido e sono sbarcati a Roma con un gruppo di nostri volontari. Sono sopravvissuti alle fiamme, li abbiamo curati grazie al prezioso aiuto dei veterinari della Clinica Veterinaria Duemari di Oristano e continueremo a farlo fino a che non saranno pronti per essere adottati.

Grazie al tuo aiuto potremo dare loro le cure di cui hanno bisogno, che per alcuni saranno lunghe e complesse e presto riusciremo a portarli tutti a Roma per assicurargli il futuro che meritano!


7 agosto 2021

Immagini impressionanti che hanno messo a dura prova il lavoro dei nostri volontari che dai primi giorni sono intervenuti con l’Unità di Emergenza per salvare quante più vite animali possibile.

La casa di migliaia di animali selvatici è andata distrutta. Moltissimi di loro sono morti, noi abbiamo soccorso quelli feriti nei roghi, abbiamo posizionato fototrappole per individuarli e portato cibo e acqua. Stiamo continuando a perlustrare le aree andate bruciate alla ricerca degli ultimi sopravvissuti ma le speranze, a distanza di tanti giorni, si affievoliscono.

Grazie a voi che ci avete sostenuto con tantissima partecipazione e grazie anche alla rete di persone che ci ha inviato segnalazioni di animali feriti e ustionati, permettendoci di rintracciarli e soccorrerli.


6 agosto 2021

Con gli incendi finalmente spenti, e le segnalazioni per il soccorso di animali feriti in drastica diminuzione, ci stiamo dedicando alla  cura di quelli che abbiamo salvato fino ad ora, supportando la Clinica Duemari di Oristano che ha fornito l'assistenza veterinaria in questi drammatici giorni.

Proprio per questo abbiamo allestito anche un’area di degenza, per ospitare sempre più animali che ne hanno necessità.

Superato questo periodo di transizione continueremo comunque a dare il nostro aiuto. Stiamo raccogliendo le necessità del territorio per capire di cosa c’è necessità per poter tornare a una nuova normalità.

Così come è successo per i terremoti di Amatrice, dell’Aquila e in Emilia, noi continueremo ad aiutare anche oltre l’emergenza, senza abbandonare questa terra!


5 agosto 2021

Da tre giorni ormai non riceviamo più segnalazioni di animali familiari, come cani e gatti, da soccorrere nelle zone colpite dagli incendi in Sardegna. Questo ci fa sperare in un lento ritorno alla "normalità". Se così possiamo definirla. 

Il lavoro dei nostri volontari sul campo però non si ferma, ma prosegue senza sosta con la cura e l’assistenza agli animali salvati ed ora in degenza e con la distribuzione di cibo e di strumenti per l’aiuto agli animali, alle realtà del territorio che si sono rivolte alla nostra Unità di emergenza.

Siamo ogni giorno dalla parte degli animali e in prima linea dove c'è bisogno di noi.


4 agosto 2021

Gli ultimi animali salvati dalla nostra Unità di emergenza in Sardegna, sono un cucciolo di cinghiale rimasto orfano e ustionato negli incendi, e una piccola volpe, anch'essa con numerose bruciature. Sono animali-simbolo della catastrofe che si è abbattuta con particolare violenza sulle popolazioni di selvatici.

Anche per questo, abbiamo chiesto al Presidente della regione Solinas, di cancellare la prossima stagione di caccia.


3 agosto 2021

Con i roghi ormai sotto controllo, anche grazie alla pioggia delle ultime ore, la situazione in Sardegna si avvia a normalizzarsi. Si affievoliscono le speranze di trovare animali ancora vivi, e anche le segnalazioni alla nostra Unità di emergenza iniziano a diminuire.

Tra le ultime richieste di intervento ricevute, quella per tre gattini rimasti orfani della mamma, morta negli incendi, e il salvataggio di una piccola civetta. Li abbiamo portati alla Clinica Duemari dove stanno ricevendo le prime cure.

Nel frattempo, la nostra squadra di volontari sul campo continua ad occuparsi degli animali salvati nei giorni scorsi. Per loro stiamo attrezzando un’area dedicata, dove i nostri volontari possano proseguire l’accudimento e le cure.


2 agosto 2021

Da quasi una settimana siamo in azione in Sardegna e abbiamo al momento soccorso e visitato oltre 70 animali – per la maggior parte cani e gatti, ma anche asini, maiali, galline e due leprotti rimasti orfani – incontrato e portato aiuti a 3 rifugi e preso in affido 10 cani, che sta curando e che a breve verranno trasferiti a Roma, dove l’Associazione troverà per loro delle famiglie adottanti.

Oggi, inoltre, abbiamo scritto ai sindaci della zona chiedendo di emanare urgentemente delle Ordinanze che vietino di tenere i cani legati alla catena. Oltre a condannarli a una vita terribile, infatti, la catena ha impedito a molti di loro di sfuggire al fuoco e di salvarsi. Il nostro appello è che il divieto venga inoltre fatto proprio dalla legge Regionale, e che le istituzioni avviino delle campagne di mircrochippatura. Infatti, a causa dell'assenza di microchip, molti cani rimasti smarriti nei roghi non potranno essere ricongiunti ai legittimi proprietari. 


1 agosto 2021

Siamo riusciti a salvare due cuccioli di lepre rimasti orfani nei roghi! Li abbiamo affidati alle cure della Clinica Duemari di Oristano, e ci auguriamo riescano a sopravvivere. 

Oggi siamo al lavoro con le nostre squadre di volontari sul campo, per dare supporto alle strutture del territorio, come rifugi, canili e gattili, colpiti dagli incendi.

Ieri abbiamo visitato un gattile andato distrutto: su 18 gatti solo uno è sopravvissuto, mentre dei 3 cani uno è ancora disperso. Un altro rifugio che ospitava 30 cani è andato completamente distrutto, ma per fortuna tutti i cani sono salvi!

Abbiamo visitato un terzo rifugio che ospita circa 170 cani, per la maggior parte anziani o disabili, e distribuito aiuti in cibo, anche grazie ai mezzi concessi gratuitamente da Locauto.

Ora più che mai siamo vicini alle realtà del territorio, per curare gli animali colpiti dai roghi e fornire il nostro aiuto nelle attività di ricostruzione di rifugi per animali.


31 luglio 2021

Proseguono le attività della nostra Unità di Emergenza, insieme a due squadre di volontari LAV provenienti da Cagliari e Sassari.

Oggi, oltre ad occuparci degli animali da medicare, e dei 9 cani che abbiamo preso in affido e che presto arriveranno a Roma per essere adottati, ci stiamo dedicando alla ricerca degli animali selvatici superstiti. Abbiamo ricevuto la segnalazione della presenza di due cervi e stiamo perlustrando una vasta area sulle loro tracce, augurandoci di trovarli ancora vivi.

Purtroppo, lo scenario di fronte al quale ci troviamo è drammatico. Nelle zone che stiamo perlustrando, si susseguono migliaia di corpi di animali senza vita. Eppure non ci perdiamo d'animo e continuiamo le nostre ricerche di superstiti. 

Abbiamo posizionato due fototrappole e alcuni punti di alimentazione e abbeveraggio, per individuare altri animali, e siamo in attesa di autorizzazione per far volare il nostro drone alla ricerca di animali selvatici bisognosi d’aiuto, da recuperare.

Le attività continueranno nel pomeriggio con la visita ad un gattile completamente distrutto dai roghi, a cui offriremo il nostro supporto.


30 luglio 2021

Quarto giorno di attività della nostra Unità di Emergenza LAV in una Sardegna devastata dagli incendi. Le operazioni di personale e volontari sul campo proseguono a pieno ritmo, con temperature proibitive, specie per gli animali gravemente ustionati, mentre si fanno strada le notizie di nuovi incendi.

Nel corso della giornata le nostre squadre di volontari hanno proseguito le perlustrazioni alla ricerca di animali suprestiti, o dietro segnalazione di cittadini. Abbiamo continuato a trasferire in clinica gli animali più gravi, e ricoverato urgentemente due cagnoline coinvolte nei roghi. Tra gli animali soccorsi, abbiamo preso in custodia 9 cani, a cui ci occuperemo di trovare una famiglia una volta che saranno stati curati. 

La situazione è ancora drammatica: una corsa contro il tempo per salvare quante più vite animali possibile.


29 luglio 2021

Terzo giorno di attività in una Sardegna devastata dagli incendi, continuiamo a lavorare senza sosta. 

Oltre 50 animali soccorsi, stiamo trasferendo in clinica 10 cani e 2 gatti ustionati. Abbiamo visitato alcuni maiali e galline, oltre a 3 asini. Nel pomeriggio andremo in soccorso di un cervo ferito. 

La situazione è gravissima, sulla nostra strada incontriamo numerosi cadaveri di animali che non sono riusciti a sfuggire al fuoco, tra questi ci sono anche molti cani intrappolati da recinzioni o che venivano tenuti a catena. L’orrore che si aggiunge alla crudeltà. 


28 Luglio 2021

La giovane pecora che avevamo soccorso ieri, portandola con la nostra ambulanza alla Clinica Due Mari di Oristano, che ringraziamo, non è sopravvissuta, a dimostrazione della drammaticità della situazione.

Oltre a lei, tra gli animali soccorsi nel primo giorno di attività, un'asina ustionata, due cani intossicati, alcuni cani trovati vaganti e ricongiunti ai proprietari.

Oggi abbiamo incontrato l'Associazione Circolo Veterinario Sardo per capire le esigenze delle realtà locali e ora la nostra Unità di Emergenza ricomincia a perlustrare il territorio per soccorrere quanti più animali possibile, con particolare attenzione per tutti quegli animali selvatici che si sono trovati tra le fiamme di questi devastanti incendi. 


27 luglio 2021

Siamo già in Sardegna per soccorrere i tanti animali vittime dei devastanti incendi di questi giorni.

Abbiamo appena recuperato un agnello gravemente ustionato e ferito, che lotta per sopravvivere. Lo stiamo trasferendo d’urgenza verso la clinica veterinaria DueMari, che ringraziamo, con la nostra ambulanza.

Qui si combatte la battaglia tra la vita e la morte in ogni istante e noi ci siamo! La nostra Unità di Emergenza è in azione da questa mattina direttamente sul campo.


26 luglio 2021

L'Unità di emergenza LAV, con la sua ambulanza veterinaria e una squadra di volontari è partita da Roma verso Oristano per portare soccorso ai tanti animali vittime del gravissimo disastro ambientale provocato dagli incendi di questi giorni in Sardegna. Sul posto anche altri volontari delle Sedi LAV di Cagliari e Sassari. Come ulteriore supporto, LOCAUTO, grazie a una collaudata collaborazione con LAV, ha messo a disposizione 2 furgoni per il trasporto di animali in stato di necessità in Sardegna.

Le informazioni in nostro possesso sono preoccupanti, le segnalazioni che arrivano dalla Sardegna sono drammatiche: come in altre emergenze, anche in questa occasione mettiamo a disposizione la nostra vasta esperienza nella gestione di animali in condizioni di calamità e i nostri mezzi  una ambulanza veterinaria e i furgoni di LOCAUTO e lo facciamo con la massima tempestività, dichiara Roberto Bennati, direttore generale LAV.


La nostra unità di emergenza e i volontari LAV da martedì 27 luglio sono operativi nella provincia di Oristano per il:

  • soccorso agli animali familiari feriti e/o coinvolti negli incendi;
  • trasporto di animali familiari in difficoltà o feriti presso cliniche veterinarie;
  • soccorso agli animali selvatici feriti e/o coinvolti negli incendi;
  • trasporto di animali selvatici in difficoltà o feriti presso cliniche veterinarie o centri di recupero per la fauna selvatica
  • altre eventuali necessità in costante evoluzione.
LAV rivolge anche un appello ai cittadini: segnalateci situazioni di animali in stato di necessità a causa dell'emergenza incendi in Sardegna utilizzando i recapiti 064461325  [email protected]
 
EMERGENZA INCENDI SARDEGNA, AIUTACI A SALVARE LA VITA DI TANTI ANIMALI!
 
DONA