EXPO Tanto rumore per nulla di concreto. Ma ora...

Expo Milano 2015 sta per concludersi senza impegni risolutivi delle pluridenunciate emergenze alimentari che investono il Pianeta e la LAV mette in campo, a partire da martedì 20 ottobre, una serie di eventi per riportare l’attenzione, dei singoli cittadini e delle istituzioni, verso l’estrema urgenza di decisioni e azioni affinché la necessità di nutrirsi sia sostenuta da politiche concrete, tese a preservare ambiente, animali, salute.

Una realtà su cui pesa come un macigno la necessità di garantire l’accesso al cibo a quasi 800 milioni di persone che muoiono di fame, con 1,9 miliardi di persone malnutrite, tra le quali 165 milioni di bambini vittime di malnutrizione con gravi conseguenze a lungo termine.

   

 

“Il ‘supermercato’ internazionale del cibo Expo Milano 2015 si è dimostrato la cartina di tornasole di politiche inadeguate e insufficienti nell’indispensabile impegno globale per garantire condizioni di produzione di cibo che siano nel contempo più efficienti e più giuste – afferma Paola Segurini, responsabile LAV settore Veg e cambiamenu.it – L’auspicio è che le nostre iniziative in programma a Milano possano essere un momento di riflessione in materia di impatto delle scelte alimentari, che ci impegnano tutti, singoli consumatori e istituzioni, a mettere in atto un’indispensabile inversione di marcia rispetto al sovrasfruttamento di animali e ambiente. Ne beneficerà anche la nostra salute, perché un’alimentazione vegetale, sana e bilanciata è in grado di prevenire molte patologie connesse al consumo di carne e derivati animali”.

COMUNICATO STAMPA   EVENTI