Maltrattamenti: gattina scuoiata viva a Treviso. I legali LAV gia' al lavoro

Un cliente chiede un intervento urgente nell’ambulatorio della dott.ssa Donatella Cancelli per una micia in condizioni terribili: la gattina è stata “scuoiata viva” e per lei, in uno stato di tremenda sofferenza, non c’erano speranze.

Lo stato in cui versava l’animale era gravissimo non restava che praticare l’eutanasia. L’ipotesi più attendibile, secondo la veterinaria, è che queste lesioni siano state provocate volontariamente e non siano frutto di un incidente.

Considerata la gravità dell’accaduto, il medico veterinario, ha provveduto ad inviare una segnalazione al Sindaco, all’ASL e alle forze dell’ordine perché venga avviata un’indagine.

Il nostro ufficio legale è già al lavoro affinché questa inenarrabile crudeltà non rimanga impunita.

AIUTACI CON LE SPESE LEGALI

Ringraziamo di cuore la veterinaria che ha denunciato questo grave episodio, fornendo un positivo esempio di come di fronte a un maltrattamento non si possa e non si debba voltare lo sguardo dall’altra parte.

LAV Treviso che si è immediatamente interessata al caso pendendo i contatti con la veterinaria e facendo una richiesta di autopsia sui poveri resti della gattina, invita tutti coloro che possano avere informazioni sul terribile accaduto a comunicarle tempestivamente al Comando dei Carabinieri di Casale sul Sile affinché il responsabile di questa crudeltà che lascia sconvolti non rimanga impunito.

Ilaria Innocenti
Responsabile Area Animali Familiari