Home | Notizie | In California vietato il commercio di pellicce

In California vietato il commercio di pellicce

Il divieto, approvato nel 2019, è entrato ufficialmente in vigore il 1° gennaio. Presto accadrà anche in Unione Europea, grazie alla nostra iniziativa dei cittadini europei “Fur Free Europe”.

Leggi l'articolo

Ultimo aggiornamento

lunedì 16 gennaio 2023 11:40

Condividi

Basta pellicce in Europa!

FIRMA ORA

Firma anche tu la petizione per dire basta alle pellicce in Europa!

Il 1° gennaio è entrato in vigore in tutto lo stato della California il divieto alla vendita e produzione di nuovi prodotti in pelliccia animale.

Si tratta di una legge (l’Assembly Bill 44) approvata nel 2019, dunque già diversi anni fa. Ma prima ancora dell'approvazione di questa norma, quattro comuni della California — Los Angeles (2018), San Francisco (2018), Berkeley (2017) e West Hollywood (2013) — avevano approvato misure simili, aprendo la strada ad una estensione del divieto a tutto lo stato della California.

Ad oggi, 12 città negli Stati Uniti hanno approvato leggi che eliminano gradualmente la vendita di pellicce. Questa innovazione nella legislazione statunitense è stata in realtà anticipata dallo stesso divieto approvato nel 2021 in Israele, di fatto il primo paese al mondo a porre fine alle vendite di pellicce.

Dettagli sul divieto:

La legge vieta solo la vendita di nuovi prodotti in pelliccia e non si applica alla vendita di prodotti in pelliccia usati venduti in negozi dell'usato senza scopo di lucro, negozi di seconda mano e banchi dei pegni.

  • La legge non influisce sulla proprietà dei prodotti in pelliccia e rimane legale indossare pellicce.
  • Il divieto si applica ai negozi fisici che vendono prodotti in pelliccia in California e alle vendite online di prodotti in pelliccia in California.
  • Le violazioni al divieto sono punite con sanzioni che partono da 500US$ e, in caso di recidiva, arrivano a 750US$ per poi aumentare a 1.000US$ per la terza medesima violazione.

In Europa, dove sono già 20 gli Stati Membri che hanno vietato l'allevamento di animali “da pelliccia” tra cui anche l’Italia, LAV è promotrice della Iniziativa dei Cittadini Europei “Fur Free Europe”, con la quale, in sinergia con decine di altre organizzazioni animaliste europee, stiamo chiedendo alla Commissione UE di:

  • estendere a tutta l’Unione il divieto di allevamento di animali per la produzione di pellicce;
  • introdurre nella legislazione UE il divieto di commercio di prodotti di pelliccia (come appunto già fatto da Israele e California nel rispetto degli accordi che regolano il commercio internazionale).

Basta pellicce in Europa!

Dopo avere ottenuto il divieto nazionale agli allevamenti di pellicce ora, con l'Iniziativa dei Cittadini Europei "Fur Free Europe", invita anche tu l'UE a: vietare l’allevamento di animali per ricavarne pellicce e vietare nel mercato europeo il commercio di prodotti di pelliccia (quindi anche l’import).

Firma anche tu la petizione!

FIRMA ORA