Stop sussidi a zootecnia, si' a sostegni all'alimentazione senza uccisione animali

LAV aderisce alla nuova Iniziativa dei Cittadini Europei “End the slaughter age” (“Mettere fine all’era dell’uccisione di animali”) che ha l’obiettivo di impegnare la Commissione Europea, grazie a 1 milione di firme da raccogliere in un anno, a:

– Escludere l’allevamento dalle attività ammissibili ai sussidi agricoli a favore dell'inclusione di alternative etiche ed ecologiche;
– Incentivare la produzione e la vendita di prodotti a base vegetale e di quelli realizzati con l'agricoltura cellulare (come la carne coltivata).

Sono sotto gli occhi di tutti l’importanza di questa azione e l’urgenza di attivare strumenti diretti di intervento economico da parte dell’Unione Europea, per disincentivare lo sfruttamento degli animali, riconosciuti come esseri senzienti proprio nel Trattamento di Funzionamento dell’UE, e incentivare una produzione e un consumo di cibo incruenti, con grandi benefici per una società più giusta, e per salvaguardare l’ambiente e la salute di tutti.

Ciascuno di noi può contribuire al cambiamento, e ciascuno di noi può chiedere alle istituzioni di fare la propria parte.

È possibile firmare online inserendo gli estremi di un proprio documento di riconoscimento:

firma qui