Buon lavoro al neo Ministro dell'Ambiente, Sergio Costa

Buon lavoro al neoministro dell’Ambiente, Sergio Costa, persona che ha fatto della tutela della natura la propria ragione di vita con l’impegno prima nella Polizia Provinciale di Napoli, il Corpo Forestale dello Stato poi e quindi l’Arma dei Carabinieri.

La LAV lo incoraggia a intervenire subito per attuare il suo punto del “Contratto per il Governo del cambiamento” riguardo alla “implementazione delle leggi attuali riguardanti i reati contro l’ambiente, gli animali, fatti gravi non ancora perseguiti e un maggiore contrasto al bracconaggio” (tutt’altro rispetto a quanto fatto, da senatori, dai neo Ministri all’agricoltura, Centinaio, e alle questioni regionali, Stefani appena qualche mese fa per la depenalizzazione occulta della contravvenzione di abbandono di cani e detenzione incompatibile con la natura degli animali).

Lo incoraggiamo a respingere al mittente la recente condizione pro caccia a lupi e orsi votata dalle Regioni, proprio in un provvedimento che dovrà firmare il neo Ministro, a modifica del DPR 357 del 1997 in itinere, lo sproniamo a essere parte attiva nel graduale superamento dell’uso degli animali da circhi e spettacoli viaggianti con il dovuto Decreto attuativo previsto entro fine anno dalla Legge 175/2017.

Grazie al Ministro Costa, ne siamo sicuri, sarà chiuso il disastroso mandato del suo predecessore Galletti.

Gianluca Felicetti
Presidente LAV

(foto dal web)