Al Casteller gli orsi stanno peggio di quel che si potesse immaginare!

Il video diffuso in questi giorni dimostra chiaramente che sono costretti a vivere rinchiusi in un recinto di acciaio e cemento, senza neppure la possibilità di accedere al pur ristretto spazio esterno. E le parole dell’assessora Zanotelli, che afferma che gli orsi stanno bene e sono in letargo, suonano come l’ennesima banalizzazione di un problema da parte di una amministrazione provinciale che continua a dimostrare una scarsa sensibilità alle necessità etologiche degli orsi di cui è responsabile.

Il video conferma che gli orsi sono tuttora rinchiusi in quello spazio nel quale erano stati costretti per eseguire alcuni lavori di adeguamento della recinzione esterna a settembre scorso. Uno spazio di 90 metri quadri totali con un gabbione esterno, come svelato dal vicepresidente LAV Simone Stefani nel suo intervento alla trasmissione Eden de La7.

Si conferma quindi da parte della provincia una gestione del tutto inadeguata di M49, DJ3 e M57 per la quale abbiamo già denunciato i responsabili alla Procura di Trento. Ora queste immagini saranno aggiunte al nostro fascicolo, per testimoniare il persistere di una situazione di evidente sofferenza non più tollerabile, per la quale chiediamo che siano individuati i responsabili e che gli orsi vengano immediatamente rimessi in libertà e che nessun altro orso possa entrarvi.

C’è infatti il concreto rischio che il prossimo 25 marzo il TAR di Trento riconosca piena validità all’ordine di cattura che il Presidente Fugatti ha emesso nei confronti di JJ4, l’orsa con cuccioli accusata di avere aggredito due cacciatori usciti dal sentiero.

Massimo Vitturi
Responsabile Area Animali selvatici