Prada, è ora di passare al fur-free!

Oggi la Fur Free Alliance, di cui siamo parte, avvia una campagna globale, #PRADAFURFREE, che invita il marchio di moda Prada all'adozione di una politica senza pellicce, come già fatto da suoi concorrenti quali Gucci, Versace, Armani, Michael Kors, Donna Karan, HUGO BOSS e molti altri.

La campagna si svolgerà durante le settimane della Moda a New York, Londra, Milano e Parigi.

Il presidente della Fur Free Alliance, Joh Vinding, ha dichiarato: "i consumatori sostengono le aziende che dimostrano di preoccuparsi degli animali, motivo per cui così tanti concorrenti di Prada sono già passati al fur-free. Prada dovrebbe unirsi ad altri leader della moda invece di sostenere una filiera estremamente crudele come quella della pellicceria".

Simone Pavesi, responsabile LAV Area Moda Animal Free aggiunge: “le nuove generazioni di consumatori, anche nel settore del lusso, sono più sensibili alle problematiche di sfruttamento animale e ambientale conseguenti alle scelte dei propri acquisti. Per questo motivo Prada dovrebbe riconsiderare le proprie produzioni sostituendo i materiali animali, a cominciare dalle pellicce, in favore di una moda più etica e sostenibile”.

COMUNICATO STAMPA