Home | Notizie | Sciogliere il Corpo Forestale dello Stato? Un autogol per l'Italia civile

Sciogliere il Corpo Forestale dello Stato? Un autogol per l'Italia civile

Leggi l'articolo

Ultimo aggiornamento

martedì 17 marzo 2015 23:00

Condividi

Scioglimento o accorpamento che dir si voglia, il Ministro Martina vorrà davvero essere ricordato come il Ministro delle politiche agricole e forestali, sotto la cui responsabilità è stato di fatto cancellato il Corpo Forestale dello Stato, dopo quasi due secoli di storia?

E’ la domanda che poniamo, dopo la conferma della volontà da parte del premier Renzi e del Ministro per la Pubblica Amministrazione Madia, di procedere su questo punto nel Disegno di Legge in discussione nella Commissione Affari Costituzionali al Senato.

Il CFS è una Forza di Polizia essenziale in uno Stato moderno, con poco personale rispetto ai tanti compiti sui quali comunque si distingue con positivi echi che superano anche i confini nazionali. Un punto di riferimento insopprimibile per tutti gli italiani onesti, per la tutela degli animali e dell’ambiente. Il suo depotenziamento, di fatto, sarebbe un autogol per l’Italia civile e onesta, si può e si deve risparmiare su ben altro.

Noi della LAV abbiamo già aderito da tempo ad una petizione contro lo scioglimento del Corpo Forestale dello Stato.