Sperimentazione animale, Report Commissione UE: 22 milioni di animali usati ogni anno

La Commissione europea ha reso noti i dati relativi agli animali usati nelle "procedure scientifiche": nel triennio 2015/2017 sono stati utilizzati 10 milioni di animali l’anno, nella ricerca di base e applicata, nei test e per la didattica. A cui si aggiungono oltre 12 milioni di animali in parte uccisi semplicemente perché in esubero.

Un milione (circa l'11% del totale) le procedure classificate a un livello di sofferenza animale "grave", il più alto e senza possibilità di attenuazione del dolore.
Dati che deludono, in termini di progresso e impegno, le aspettative dei cittadini, e che vedono l’Italia nella top 5 della sofferenza, al quinto posto dopo Inghilterra, Germania, Francia e Spagna: un primato che contrasta totalmente con quanto previsto dalla legge, cioè il ricorso prioritario ai metodi alternativi.

Preoccupanti anche i dati relativi alle ispezioni senza preavviso nei laboratori: in 5 Stati non sono previsti, e in Italia tali controlli riguardano appena il 40% delle strutture autorizzate all’uso di animali.

Le relazioni della Commissione illustrano quindi, in modo inequivocabile, quando sia lontana l'Unione europea da una significativa transizione verso la scienza non basata su modelli animali.

Comunicato stampa