Anche a Natale, "non abbandonare nessuno": il nostro spot in onda su Sky

Settimana di Natale all’insegna di un messaggio di solidarietà verso gli animali che, in milioni in particolare tra cani e gatti, trascorreranno le festività in famiglia mentre tanti altri vivono una vita randagia o nei canili:

dal 23 al 29 dicembre sarà in programmazione sui canali SKY lo spot LAV “Non abbandonare nessuno”, grazie a Sky Sostenibilità e ai creativi dell’Agenzia Cookies&Partners che da anni cura molte campagne di comunicazione dell’Associazione.

 

Lo spot coniuga l’appello a non abbandonare gli animali, reato che purtroppo si verifica tutto l’anno ed è punito dal Codice penale con l’arresto fino ad un anno o con ammenda fino a 10mila euro (art. 727 C.p.) - una piaga che purtroppo coinvolge ancora fino a 130.000 animali all’anno (stimati in circa 50 mila cani e 80 mila gatti) - e pone l’accento su un cambiamento sociale significativo in atto: gli animali familiari sono parte integrante di tante famiglie in Italia, infatti sono almeno 7 milioni i cani e 7,5 milioni i gatti che vivono nelle nostre case, ai quali vanno ad aggiungersi i tanti pet in canili, rifugi o randagi.

LAV da più di 40 anni si batte per i diritti di tutti i viventi, oggi anche per questo i cani e i gatti sono membri importanti delle nostre famiglie, quindi come si può abbandonarli? Sono #DIFAMIGLIA.

Ringraziamo Sky Sostenibilità per la disponibilità a veicolare il nostro messaggio dalla parte degli animali - afferma il Presidente LAV Gianluca Felicetti - L’impegno di LAV in questi anni è stato quello di contrastare la piaga dell’abbandono di animali, anche cercando di agevolare la convivenza con i pet: dalla riforma nei condomini, dove è finalmente vietato limitare la libertà di vivere con un animale familiare, al libero accesso dei pet nei supermercati, fino al permesso di lavoro che può essere richiesto per curare un animale in quanto non prendersi cura di un pet di proprietà integra il reato di maltrattamento e/o abbandono degli animali previsto dal Codice penale. Attraverso la riforma del Codice della strada abbiamo affermato il principio che anche soccorre un animale è un diritto-dovere, con l’obbligo di fermarsi e assicurare un pronto intervento in caso di incidente. E per continuare a favorire la convivenza con gli animali e disincentivare gli abbandoni, abbiamo avviato la campagna #IPIÙTASSATI per ottenere un Fisco amico degli animali: per le famiglie italiane, infatti, la vita sarebbe più facile se l’IVA non fosse più al 22% su tutte le scatolette, crocchette e per le cure dei quattro zampe, se la detrazione fiscale per le spese veterinarie fosse più elevata e se fosse minore il costo dei farmaci veterinari (in media è cinque volte maggiore rispetto al farmaco umano con lo stesso principio attivo)."

#IPIUTASSATI: FIRMA