LAV e Carabinieri, insieme per gli animali

Sono in corso gli Stati Generali sulle Attività Convenzionali del CUFA, Comando Unità Forestali, Ambientali e Agroalimentari, ai quali partecipiamo anche noi di LAV.

Prosegue, quindi, la collaborazione tra la nostra associazione e l’Arma dei Carabinieri in tema di maltrattamenti degli animali: dopo la presentazione del nuovo Rapporto Zoomafia, che si è arricchito per la prima volta del Patrocinio del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri, lunedì 26 novembre a Roma, presso la sede dei Carabinieri Forestali ci sarà il lancio italiano del progetto Born to be Wild, per la repressione del traffico illecito di Bertucce nel nostro Paese. 

Durante la mattinata, insieme alla Fondazione AAP, associazione olandese ideatrice del progetto internazionale, presenteremo anche il primo manuale destinato alle Forze dell’Ordine nella repressione di questo traffico illecito dal Marocco verso l’Italia; questa iniziativa, volta ad innalzare il numero e le capacità di controllo nel traffico di specie, è una iniziativa promossa da LAV e sostenuta dai Carabinieri Forestali, nell’ambito del Protocollo d’Intesa tra l’Arma dei Carabinieri e LAV. 

In considerazione di questa collaborazione abbiamo condotto pochi mesi fa una prima operazione di salvataggio, di cui daremo notizia nel corso del Convegno di presentazione del Progetto Born to Be Wild, e nei prossimi mesi altri animali vittime del traffico saranno tratti in salvo.

Il nostro impegno nella repressione dei crimini contro gli animali prosegue e la collaborazione con l’Arma dei Carabinieri vuole essere un importante strumento al suo servizio ed il modo concreto e diretto di far crescere la tutela degli animali nel nostro Paese.

Roberto Bennati
Vicepresidente LAV