Home | Notizie | Storia di Celestino, simbolo del nostro 2020 in prima linea nell'emergenza

Storia di Celestino, simbolo del nostro 2020 in prima linea nell'emergenza

Leggi l'articolo

Ultimo aggiornamento

lunedì 28 dicembre 2020 23:00

Topic

Condividi

Il 2020 è stato un anno eccezionale, per la gravità della pandemia ma anche per l’incredibile risposta di solidarietà: anche noi, sin dal primo lockdown di marzo, ci siamo mobilitati a livello nazionale e locale, mettendo in campo energie, risorse e soluzioni nell’emergenza, per non lasciare solo nessuno.

ECCO COSA ABBIAMO FATTO, E STIAMO CONTINUANDO A FARE: 
 
  • gestito più di 20 mila richieste d’informazione e d’aiuto, con il nostro front desk
  • con il nostro Ufficio legale, fornito consulenza ai cittadini, e note informative alle Forze di Polizia;  
  • soccorso animali randagi, colonie feline fornito aiuto ai privati con animali, grazie alle 30 Sedi locali, con quasi 200 volontari
  • fornito assistenza sul territorio di Roma con la nostra ambulanza veterinaria;  
  • stanziato uno speciale Fondo di Emergenza Covid di 60.000 euro grazie al quale, tra le altre cose, è stato fornito cibo a 900 gatti e a 300 cani, per un totale di oltre 30.000 pasti, curato 25 animali, aiutate famiglie con animali, in stato di disagio economico. 
CELESTINO, STORIA-SIMBOLO DELL’IMPEGNO LAV IN TEMPO DI LOCKDOWN 
 

Vogliamo affidare l’augurio per un nuovo anno sempre più solidale con gli animali, a una bella storia che attraversa tutto il 2020, e che prende le mosse proprio dai servizi che abbiamo attivato all’inizio della pandemia.

Celestino, questo il nome del protagonista, è il simbolo di tutti gli animali che, giorno dopo giorno, abbiamo soccorso e salvato nella durissima quotidianità degli ultimi mesi.  

 È quasi la mezzanotte del 1° aprile, in pieno lockdown, Celestino piange disperato nel parcheggio deserto di un’azienda in provincia di Modena. Un dipendente che aveva appena finito il suo turno, mosso a compassione, contatta la responsabile della nostra sede locale, che – ben informata su come affrontare gli spostamenti in questo momento particolare - corre sul posto e lo prende con sé.  

“Vagava da giorni, a giudicare dal pelo lungo e bianco, bellissimo ma sporco. Il gatto era abituato a stare in casa, quindi pareva proprio abbandonato, poiché nonostante gli appelli fatti, nessuno lo ha mai richiesto né riconosciuto – racconta Annalisa, di LAV Modena, che spiega - Celestino ha avuto diversi problemi di salute, fortunatamente non gravi, ma per rimetterlo completamente in sesto sono stati necessari alcuni mesi. Poi finalmente, la bella notizia: una coppia di amici ha deciso di adottarlo per dare una compagna a Meringa, la loro splendida gattona bianca dai grandi occhi azzurri. Inizialmente l'atmosfera era un po' freddina, ma con il giusto tempo e un po’ di pazienza, Celestino ha conquistato la sua amica e ora sono una coppia perfetta!”.

La storia di Celestino, orfano in piena pandemia, che ha trovato cure e una nuova famiglia, è il nostro augurio per tutti gli animali, e il simbolo del nostro lavoro, in prima linea nell’emergenza Covid-19.  

Chi, anche in questi giorni, avesse bisogno di informazioni o di aiuto per la cura e l’assistenza di animali, potrà rivolgersi al nostro Front Desk nazionale (06.4461325 - emergenza@lav.it) o contattare la Sede LAV più vicina.

#NONLASCIAMOSOLONESSUNO