Su Pallosu, no a piano gestione: colonie feline "deportate" e gatti "ai domiciliari"

Colonie feline “deportate” e gatti “di proprietà” agli “arresti domiciliari”: il Piano di Gestione del Sito d'Interesse Comunitario (SIC) Sa Salina Manna-Sa Marigosa, nel territorio del comune di San Vero Milis (Oristano) continua a far discutere e va revocato.

Dopo i vani tentativi di cattura e trasferimento della secolare colonia felina storica dei gatti marini di Su Pallosu, annullati perché ingiustificati, l'amministrazione comunale di San Vero il 26 marzo scorso ha alzato il tiro, coinvolgendo tutte le colonie feline della Marina e persino i gatti “di proprietà”.

Lo abbiamo segnalato, insieme all'Associazione Amici di Su Pallosu in una lettera di ventuno pagine, accompagnata da un parere del dottor Enrico Moriconi (medico veterinario e perito di Tribunale), inviata alla Regione Sardegna, con la quale abbiamo chiesto la revoca del Piano di Gestione e del suo Regolamento, per una serie di profili di illegittimità.

Le ragioni addotte dal Piano per l'allontanamento di tutti i gatti dall'area SIC non sono supportate da alcuno studio e si pongono in contrasto con la normativa vigente. L'atto, lasciato in eredità dall'amministrazione locale uscente, prevede infatti un allontanamento indiscriminato di tutti i gatti liberi appartenenti alla decine di colonie feline della Marina di San Vero Milis (stimati in circa 500), oltre a una grave limitazione per tutti i gatti “di proprietà”, con tanto di minaccia sanzionatoria.

Si tratta di contenuti palesemente non legittimi, in contrasto con tutte le norme vigenti in materia di colonie feline e non solo. La punibilità prevista per i proprietari, oltre ad essere non legittima, se applicata, rischia di incrementare il già grave abbandono degli animali.

Barbara Paladini

COMUNICATO STAMPA