Vittoria! TAR Toscana annulla delibera che estendeva la stagione di caccia

Definitiva vittoria di LAV, LAC, LIPU, ENPA e WWF, al Tar della Toscana che ha annullato con sentenza la Delibera con cui la regione Toscana aveva approvato il calendario venatorio per la stagione di caccia 2018/19, da poco terminata e già parzialmente sospesa dal Consiglio di Stato.

Il giudice amministrativo della Toscana, con la sentenza del 22 marzo scorso, ha reso giustizia a beccacce, alzavole, marzaiole, germani, merli, colombacci, tortore e tanti altri animali selvatici che frequentano i cieli della Toscana. Ha anche scritto parole chiarissime sulla necessità di rispettare i pareri dell’Ispra, definiti “oltre che logici e ragionevoli” anche basati “sui criteri scientifici ufficiali” dell’Unione europea.

Il Tar ha richiamato la responsabilità dei pubblici amministratori di tutelare gli animali selvatici, in particolare gli uccelli migratori, durante i periodi di riproduzione e di ritorno ai luoghi di nidificazione come prescritto dalle norme europee.

Ora utilizzeremo i principi espressi nella sentenza del TAR Toscana, per richiedere l’annullamento dei calendari venatori di quelle Regioni che dovessero violarli.

La prossima stagione di caccia dovrà quindi rispettare precisi limiti rispetto alla concessione delle preaperture e all’arco temporale destinato alla caccia agli uccelli migratori.