Terremoto: inauguriamo una nuova casa per cani anziani e disabili a Camerino

Nell’ambito dei nostri interventi a medio-lungo termine nelle zone del Centro Italia colpite dai terremoti dell’agosto e ottobre del 2016, abbiamo messo a punto, in collaborazione con la L.N.D.C. Sezione di Camerino e Matelica e l’Albero delle Stelle Onlus, un progetto finalizzato alla costruzione di una casa per cani anziani e disabili all’interno del Canile Rifugio di Colle Altino, unico canile che copre una vasta area.

La nuova casa, in grado di proteggere i cani dal freddo ma anche dal caldo estivo, è stata inaugurata oggi e finanziata con parte delle risorse raccolte, grazie alla generosità dei nostri soci e sostenitori all’indomani degli eventi sismici.

“Questo progetto, realizzato grazie alla generosità dei soci e sostenitori LAV – spiega Federica Faiella Responsabile LAV Area Adozioni, e responsabile del progetto – ci permette di tenere fede all’impegno assunto due anni fa a poche ore dalle prime scosse: offrire un aiuto concreto alle popolazioni che hanno subito i danni causati dal terremoto. Questa struttura, infatti, ha accolto e continuerà ad accogliere gli animali recuperati anche nelle zone del sisma, la nuova casa in legno garantirà un aumento dei posti a disposizione nel canile e migliorerà la qualità di vita dei cani ospitati, soprattutto i più deboli, che potranno così beneficiare di cucce e ripari accoglienti”.

“Insieme si può fare molto e siamo felici di poter contribuire concretamente a migliorare le condizioni di ospitalità in questo canile – conclude Gianluca Felicetti, Presidente LAV – Per questo progetto la LAV ha impegnato fondi per un preventivo di spesa pari a 20.000 euro: un investimento davvero utile per gli animali ospitati nel canile”.

Il progetto nasce nell’ambito della campagna “Una vecchia amicizia”, realizzata dalla LAV in collaborazione con i sindacati dei Pensionati di CGIL, CISL e UIL: adottare un animale adulto da un canile è un gesto di grande solidarietà e sensibilità. L’adozione di un cane adulto può essere una scelta davvero responsabile: anche in questo modo si può essere d’aiuto verso gli animali e verso territori colpiti da eventi gravi come un terremoto.

IL NOSTRO INTERVENTO LAV NELLE ZONE TERREMOTATE
  • Centinaia di segnalazioni raccolte da LAV subito dopo il terremoto
  • Più di 100 interventi sul campo nelle zone colpite dal sisma
  • 11 box coibentati nel Canile Sanitario di Rieti: costo 26.840, euro
  • Attività di formazione per i volontari (Canile di Rieti)
  • 5459 kg di cibo raccolti e distribuiti
  • 1495 accessori per cani raccolti e distribuiti
  • 19 punti allestiti per la raccolta di cibo e materiali
  • 20 volontari
  • 7 veterinari
  • 5 educatori cinofili
  • 171 animali (cani, gatti e altri animali) ai quali LAV ha prestato soccorso.